Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Polizze formato condominiale

Mettere al riparo il condominio da una molteplicità di rischi, come incendi o danni a terzi, con un’unica assicurazione, risparmiando sui costi. A renderlo possibile è la polizza globale fabbricato ormai offerta da tutte le principali compagnie di assicurazione. Uno strumento utile per tutelarsi a patto, però, di prestare attenzione a tutte le condizioni incluse nei contratti.

Come funziona. Questo tipo di polizza copre tutte le parti dell’edificio, comprese quelle private, e deve essere stipulata dall’amministratore dello stabile su autorizzazione dell’assemblea. Il pagamento del premio viene ripartito tra i condomini proporzionalmente ai millesimi di proprietà. A determinare il prezzo finale della polizza è, in particolare, una serie di fattori tra cui il numero di piani e di appartamenti, l’eventuale presenza di giardini, l’anno di costruzione e lo stato di manutenzione dell’immobile. La polizza globale di fabbricato include, in genere, delle coperture base che tutelano in caso di incendio (ma anche di danni da fulmine, esplosione o caduta di aeromobili) e responsabilità civile del condominio per danni provocati a terzi. È possibile, inoltre, stipulare delle garanzie aggiuntive che comprendono i danni da acqua, la ricerca di guasti, la rottura di lastre e pannelli solari e altri casi speciali.

Vantaggi e aspetti ai quali fare attenzione. Il principale vantaggio di questo tipo di soluzione risiede nella possibilità di risparmiare concentrando tutte le garanzie in un’unica polizza, anziché procedere alla stipula di singole assicurazioni. Allo stesso tempo, però, nel momento in cui ci si accinge a sottoscrivere il contratto è bene verificare una serie di elementi. Come informarsi, in primo luogo, sul tipo di copertura offerta e in particolare su indennizzi, franchigie e massimali previsti. È consigliabile, per esempio, che questi ultimi siano piuttosto elevati perché i danni subiti da terzi potrebbero richiedere come rimborso delle cifre cospicue. Il contratto dovrebbe includere, inoltre, una clausola di rivalutazione automatica della polizza che permetta di adeguare sia i premi sia i massimali all’andamento dell’inflazione. Un altro consiglio è informarsi in maniera scrupolosa sulle coperture garantite.

Molti contratti, infatti, contengono delle clausole di esclusione che possono essere causa di mancato rimborso in alcune situazioni. Per esempio, nel caso dell’incendio, sono spesso esclusi tutti gli incidenti da imputare ad atti vandalici o dovuti allo scoppio o all’esplosione di impianti. Occhio anche alla responsabilità civile: in questo caso a essere coperti sono infatti soltanto i danni causati a terzi e mai agli abitanti del condominio e ai loro beni. Un altro aspetto da considerare è poi quello relativo alla ricerca di guasti per individuare l’origine dei danni: se la copertura rientra infatti nell’ambito della responsabilità civile, le spese per la ricerca vengono rimborsate solo se il danno è stato subito da terzi.

Le offerte delle compagnie. Tra le società che offrono delle soluzioni ad hoc c’è Generali con la polizza «Globale Fabbricati» che propone uno sconto se lo stabile ha meno di dieci anni. Nel dettaglio, il piano assicurativo si articola in cinque sezioni: incendio, responsabilità civile verso terzi, danni da acqua, tutela giudiziaria e assistenza. La prima permette di assicurare il fabbricato con due diverse opzioni di copertura: base, che copre i danni derivanti, tra gli altri, da incendio, esplosione, scoppio, fulmine, implosione, caduta di aeromobili, urto di veicoli stradali, e una formula più completa che prevede anche una serie di altre garanzie (come quelle derivanti da eventi sociopolitici e atmosferici, sovraccarico di neve sui tetti e fenomeni elettrici). Anche Reale Mutua Assicurazioni propone la polizza «Globale Fabbricati», una soluzione flessibile in cui le garanzie sono suddivise in cinque sezioni: danni ai beni, che include i casi di incendio, cristalli e furto; danni a terzi per tutelare il proprietario dell’immobile e il condominio in caso di danni involontariamente provocati a persone o cose; danni da acqua; tutela giudiziaria e assistenza. «Globale Fabbricati Civili» è invece la soluzione proposta da Allianz Ras che, nella sua formula base, copre i rischi di: incendio, esplosione, scoppio, fenomeni elettrici, responsabilità civile per danni causati a terzi da qualsiasi fatto accidentale relativo alla proprietà dell’immobile e alla conduzione delle parti comuni. È possibile, inoltre, integrare la copertura di base con ulteriori garanzie (danni da acqua, spese ricerca e riparazione danni da spargimento di acqua e gas, eventi atmosferici e sovraccarico neve, eventi socio politici e vandalici). Si chiama «Stabile» invece la formula proposta da Ina Assitalia pensata per la tutela dei fabbricati condominiali composti da almeno cinque unità abitative. Oltre alle coperture in caso di incendio, fulmine, esplosione e scoppio, la polizza assicura il condominio anche per i danni causati, per esempio, da: acqua condotta, fenomeno elettrico, guasti a fissi e infissi dei vani comuni causati dai ladri. Infine, Unipol propone «You Condominio», una polizza globale fabbricati che permette di tutelarsi in caso di incendio, eventi atmosferici, responsabilità civile verso terzi e infortuni. La polizza consente inoltre al condominio di essere difeso da un legale, liberamente scelto.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Entra nel vivo la gara per la conquista di Cedacri, società specializzata nel software per le banch...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il Monte dei Paschi di Siena ha avviato ieri un collocamento rapido di azioni, pari al 2,1% del capi...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il giorno dopo il lancio dell’Opa da parte di Crédit Agricole Italia, il Creval valuta le possibi...

Oggi sulla stampa