Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Pmi, fondo di garanzia fantasma

Brutte notizie per le imprese: dalle poste del testo definitivo del ddl di stabilità è scomparsa ogni traccia sul rifinanziamento del fondo di garanzia per le pmi, che pure il governo aveva annunciato per un importo pari a 1,8 miliardi di euro per il triennio 2014/2016. Il finanziamento, per altro, è ancora contenuto in una delle infografiche diffuse dall’esecutivo sul proprio sito Internet il giorno di presentazione della manovra. Secondo Palazzo Chigi, questa misura avrebbe comportato lo sblocco di 27 miliardi di euro di crediti a favore del comparto produttivo.

Buone notizie, invece, per le imprese agricole: come anticipato da ItaliaOggi il 15 ottobre scorso le agevolazioni sui terreni restano. Di più, vengono rafforzate. Viene ripristinata l’agevolazione fiscale per l’acquisto di terreni per la piccola proprietà contadina, altrimenti in scadenza il primo gennaio 2014: resta, dunque, l’imposta catastale all’1% e le imposte di registro e ipotecarie fisse a 200 euro ciascuna. Mentre sale dal 9 al 12% l’aliquota di registro per i trasferimenti di terreni a soggetti non agricoli. Confermate anche le anticipazioni di ItaliaOggi sul fronte dismissioni, locazioni e concessioni di beni demaniali e degli enti locali:

– alle imprese agricole e agroalimentari condotte da giovani verrà dato accesso al mercato dei capitali gestito da Ismea;

– sul fronte dismissioni, anche i terreni appartenenti a regioni, province e comuni potranno essere oggetto di operazioni di riordino fondiario a favore dei giovani imprenditori agricoli;

– in materia di affitti e concessioni, i terreni agricoli andranno in via prioritaria a giovani imprenditori agricoli.

Trova conferme nel testo finale del ddl di stabilità anche l’estensione dei finanziamenti Cdp alle grandi imprese (si veda ItaliaOggi del 17/10/2013): l’intervento della Cassa depositi e prestiti, finora possibile per le sole pmi, potrà avvenire anche per i grandi gruppi, ma solo attraverso istituti di credito. Non in via diretta.

In materia di ambiente nascono invece due nuovi fondi, uno per finanziare la depurazione dei reflui urbani e un secondo per sostenere un piano straordinario di bonifica delle discariche abusive.

Previsti, infine stanziamenti per lo sblocco e il completamento di opere infrastrutturali e attività d’impresa. E, altra novità, il varo di risorse dedicate a riequilibrare l’offerta di servizi di base nelle aree interne del paese.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Un voluminoso dossier, quasi 100 pagine, per l’offerta sull’88% di Aspi. Il documento verrà ana...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La ripresa dell’economia americana è così vigorosa che resuscita una paura quasi dimenticata: l...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Ancora prima che l’offerta di Cdp e dei fondi per l’88% di Autostrade per l’Italia arrivi sul ...

Oggi sulla stampa