Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Pignoramento della casa escluso per i sovraindebitati

Non va pignorata la casa del soggetto sovraindebitato. Lo ha stabilito il tribunale di Lodi con l’ordinanza del 3 marzo 2017. Nel 2007 un imprenditore è stato costretto a chiudere la propria azienda, operante nel settore edile, a causa degli alti interessi bancari e una serie di mancati versamenti per le prestazioni compiute. Trovatasi con un accumulo di debiti dal valore superiore rispetto ai beni detenuti, era ricorso alla procedura di sovraindebitamento chiedendo l’interruzione e la sospensione di tutte le procedure esecutive e cautelari in atto nei suoi confronti, come consente la disciplina della legge n. 3 del 27 gennaio 2012, recante «Disposizioni in materia di usura e di estorsione, nonché di composizione delle crisi da sovraindebitamento».

«Valutata l’esposizione delle ragioni dell’incapacità del debitore di adempiere alle obbligazioni assunte, non possono, sotto pena di nullità, essere iniziate o proseguite azioni cautelari o esecutive né acquistati diritti di prelazione sul patrimonio oggetto di liquidazione da parte dei creditori aventi titolo o causa anteriore», ha affermato il giudice adito nell’ordinanza, dopo aver verificato la validità e la realizzabilità del piano di liquidazione, già validato dall’organismo di composizione della crisi.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Sarà un’altra estate con la gatta Mps da pelare. Secondo più interlocutori, l’Unicredit di And...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«La sentenza dice che non è possibile fare discriminazioni e che chi gestisce un sistema operativo...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Un nuovo “contratto di rioccupazione” con sgravi contributivi totali di sei mesi per i datori di...

Oggi sulla stampa