Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Piazza Affari in standby

Seduta interlocutoria a Piazza Affari, dove il Ftse Mib ha chiuso poco sopra la parità (+0,08% a 22.354 punti). L’indice milanese è rimasto in posizione laterale, in attesa delle trimestrali italiane e, soprattutto, in vista dell’appuntamento con la Bce della prossima settimana: il presidente Mario Draghi comunicherà le decisioni relative al proseguimento del Qe. Il mercato si aspetta l’annuncio di una riduzione degli acquisti mensili di titoli.

Più tonici gli altri listini europei: Madrid ha guadagnato lo 0,48%, Parigi lo 0,42%, Francoforte lo 0,37%, Londra lo 0,36%. A New York il Dow Jones e il Nasdaq avanzavano rispettivamente dello 0,63 e dello 0,08%. Lo spread Btp-Bund è salito leggermente a 164.

A Milano bene Prysmian (+1,88%), che ha accelerato grazie alle indiscrezioni relative a un’offerta completamente cash per General Cable. Acquisti su Banco Bpm (+0,97% a 3,128 euro): Equita sim (buy, prezzo obiettivo 4,2 euro) si aspetta un impatto di circa otto punti base sul Cet1 dalla nuova partnership di bancassurance. Contrastati gli altri titoli bancari: oltre la parità Intesa Sanpaolo (+0,77%) e Unicredit (+0,29%), mentre hanno perso terreno Mediobanca (-0,16%), Bper (-0,27%) e Ubi B. (-1,23%).

In leggera flessione il comparto energetico, con Eni che ha ceduto lo 0,07% ed Enel lo 0,29%. Fra gli industriali, Fca è salita dello 0,95%, mentre Leonardo ha perso lo 0,33%.

Pesante YNap (-2,38%), penalizzata dai risultati di Zalando. Saipem (-2,80%) è stato il peggior titolo dell’indice principale: a detta di un analista, l’azione ha accusato qualche presa di profitto in vista dei risultati trimestrali.

Nel resto del listino, in progresso frazionale Impregilo (+0,58%), che ha ricevuto commenti positivi dagli analisti grazie all’operazione di rifinanziamento del debito. Ben comprata Enav (+2,69%), con gli analisti che non escludono un dividendo straordinario.

In gran spolvero Mondadori (+10,26%) che ha accelerato in asta di chiusura, con un forte aumento dei volumi: il Ftse Russell ha annunciato che da oggi la società entrerà nell’indice Ftse Italia Mid Cap, al posto di Save, e sarà escluso dal Ftse Italia Small Cap. Vendite, invece, su Cattolica ass. (-4,02%), che ha subìto prese di profitto dopo la recente corsa.

Nei cambi, chiusura in lieve rialzo per l’euro a 1,1771 dollari e a 133,03 yen.

Per le materie prime, quotazioni petrolifere vicine alla parità, con il Brent a 57,88 dollari e il Wti a 51,83. Ancora realizzi sull’oro, che cedeva 4,50 dollari a 1.281.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

L’assemblea della Popolare di Sondrio, convocata l’11 maggio, avrà per la prima volta in 150 an...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Dopo mesi di battaglia legale e mediatica, Veolia e Suez annunciano di aver raggiunto un accordo per...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La sfida all’ultimo chip tra Stati Uniti e Cina sta creando un «nuovo ordine mondiale dei semicon...

Oggi sulla stampa