Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Piazza Affari premia la rinuncia di Intesa

Rispetto alle quotazioni di chiusura di venerdì 20 gennaio (nel weekend erano apparse le indiscrezioni) Intesa perde ancora l’11,33%; in termini di capitalizzazione di Borsa, ha bruciato grosso modo quattro miliardi e non è detto che il recupero sia automatico: molti broker hanno applaudito alla scelta di Messina, ma qualcuno pensa anche che, chiuso l’aumento di capitale Unicredit, possa esserci un riposizionamento degli investitori magari a vantaggio di Piazza Gae Aulenti. Dalla sua Messina ha la recuperata fiducia degli investitori sul fronte dei dividendi e sulla “visibilità” del business attuale (al contrario i dubbi sul modello di bancassurance non erano pochi); ma una nuova storia aziendale è tutta da scrivere. «Intesa ha grande avvenire – ha detto ieri il presidente onorario della banca, Giovanni Bazoli – non inferiore rispetto al passato». A chi gli chiedeva se è stata un’occasione mancata, quella delle nozze con Trieste, ha tagliato corto: «Non rispondo a questa domanda ». Le risposte arriveranno nei prossimi mesi, al più tardi con il nuovo piano industriale (l’attuale scade nel 2017).
Su Generali invece sembra essersi spento il fuoco speculativo, nel breve periodo: con le quotazioni di ieri, a 13,70 euro, è tornata esattamente al punto di partenza, a quei 13,71 euro segnati alla chiusura di venerdì 20 gennaio. Ma questo non significa che tutto sia come prima, anche se il pericolo estero al momento sembra scongiurato e il rischio spezzatino anche. Qualche elemento in più potrebbe arrivare a breve: il 15 marzo verranno approvati i conti del gruppo e nel presentare i risultati è possibile che Philippe Donnet dia qualche indicazione. Gli analisti si aspettano una buona chiusura d’anno, anche se occorrerà vedere che scelte farà il gruppo sulla quota di Atlante e sui bond subordinati Mps (circa 400 milioni) che ha in pancia.

Vittoria Puledda

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

ROMA — Un’esigenza comune percorre l’Europa investita dalla seconda ondata del Covid-19. Mai c...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

ROMA — L’Italia è pronta ad alzare le difese, e si allinea con l’Unione europea, nei confront...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

MILANO — Nel giorno in cui il consiglio di Atlantia ha deliberato il percorso per uscire da Aspi, ...

Oggi sulla stampa