Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Piazza Affari positiva

Seduta prudente per l’azionario europeo, con l’ottimismo portato lunedì dai risultati sulla sperimentazione del candidato vaccino di Moderna che si è confrontato con le preoccupazioni per l’evoluzione della pandemia. Milano, insieme al listino francese, ha chiuso sopra la parità, con il Ftse Mib in rialzo dello 0,55% a 21.435 punti. Bene anche Parigi (+0,21%), mentre hanno perso terreno Londra (-0,87%) e Francoforte (-0,04%). A New York il Dow Jones e il Nasdaq cedevano rispettivamente lo 0,60 e lo 0,25%. Le vendite al dettaglio negli Stati Uniti sono cresciute dello 0,3% su base mensile in ottobre, deludendo il consenso degli economisti.

La cautela ha prevalso anche sull’obbligazionario. Pochi movimenti sui differenziali nonostante il nuovo stallo sul Recovery Fund e sul bilancio Ue. Il rendimento del decennale tedesco è salito di un punto a -0,54% e lo spread Btp-Bund è rimasto stabile poco sotto 120. «I bond periferici, visto il contesto positivo sui mercati, continuano ad avere una marcia in più, che ha portato lo spread Btp-Bund a scendere sotto i 120 punti base per la prima volta da aprile 2018», affermano gli strategist di Mps Capital Services. «Il supporto ai bond governativi giunge anche dalla Bce, che la scorsa settimana ha incrementato sensibilmente gli acquisti tramite il Pepp, tornando a un ritmo di poco superiore ai 20 miliardi di euro dai 14 mld circa della settimana precedente. L’aumento conferma l’impegno da parte dell’istituto, ribadito di recente anche da Christine Lagarde, di mantenere le condizioni di finanziamento su livelli accomodanti».

A piazza Affari in deciso progresso Unipol (+4,14%), Atlantia (+1,93%) e Juventus (+2,15%). In luce anche Poste italiane (+1,69%) grazie ai giudizi positivi degli analisti dopo l’annuncio dell’acquisizione di Nexive. Denaro sulle banche: Mediobanca +3,19%, Banco Bpm +2,58%, Unicredit +1,63%, B.P. Sondrio +1,31%, Bper +1,17%, Intesa Sanpaolo +0,50%. Tonica Mps (+2,42%) dopo le indiscrezioni di mercato secondo cui il Tesoro sta lavorando sul tema dei rischi legali per rendere l’istituto più appetibile in ottica m&a.

Bene il comparto oil, che ha proseguito i forti guadagni della vigilia: Tenaris +1,91%, Eni +1,48%, Saipem +0,62%. Tra le mid cap ben comprate Ovs (+8,47%), A.Bologna (+3,88%) e Datalogic (+4,24%). Pesante, invece, Avio (-16,64%): la società ha annunciato che durante la missione spaziale Vega VV17, a otto minuti dal decollo, si è verificata un’anomalia che ha provocato la conclusione prematura della missione. Su Aim Italia gli investitori hanno premiato Digital360 (+3,45%) dopo i conti trimestrali.

Nei cambi, l’euro ha guadagnato sul dollaro a 1,1882.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Entra nel vivo la gara per la conquista di Cedacri, società specializzata nel software per le banch...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il Monte dei Paschi di Siena ha avviato ieri un collocamento rapido di azioni, pari al 2,1% del capi...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il giorno dopo il lancio dell’Opa da parte di Crédit Agricole Italia, il Creval valuta le possibi...

Oggi sulla stampa