Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Perché cala il tasso sui Bot con lo spread a quota 272

Segnali di raffreddamento per il costo del debito pubblico italiano. Ieri il Tesoro ha collocato 6,5 miliardi di Bot annuali offerti in asta a fronte di una domanda per 10,7 miliardi. E con tassi in netta discesa allo 0,181% rispetto allo 0,285% del collocamento di gennaio. Che cosa è accaduto rispetto ad agosto del 2018, quando un’asta di Bot a 12 mesi andata «deserta»? All’epoca gli specialisti del reddito fisso avevano minimizzato spiegando che si trattava di un’«asta tecnica». E tuttavia nei mesi successivi i rendimenti erano cresciuti fino all0 0,95%, quasi un punto percentuale, dell’asta di ottobre. Intanto lo spread Btp Bund aveva raggiunto i 324 punti. Dopo l’approvazione della legge di Bilancio, e in particolare dopo l’accordo con la Commissione europea che ha evitato all’Italia una procedura di infrazione, lo spread ha ricominciato a scendere (ieri ha chiuso a 272 punti). E di pari passo, con il ritorno della fiducia sul debito italiano sono scesi i rendimenti dei Bot.

Marco Sabella

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Leonardo Del Vecchio stila la lista per il rinnovo del consiglio di amministrazione di Essilor Luxot...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Per capire la Ragioneria generale dello Stato bisogna aver visitato la sala di Via Venti Settembre d...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Riflettori puntati sulla cessione della quota (il 62,50%) di Banca Profilo, oggi all’interno del p...

Oggi sulla stampa