Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Per il patent box arriva la proroga

Sale a 150 giorni il termine per integrare i ruling – Scadenza entro il 30 maggio per le istanze 2015
Slitta a fine maggio l’integrazione del fascicolo per il ruling sul patent box. Con un provvedimento di ieri, l’agenzia delle Entrate ha disposto, limitatamente alle istanze presentate fino al prossimo 31 marzo, l’allungamento da 120 a 150 giorni del periodo per completare la documentazione a supporto del procedimento sulla determinazione del reddito agevolato per i beni immateriali. Il provvedimento anticipa anche future modalità telematiche per le comunicazioni da attuare nell’ambito del ruling.
Più tempo per il ruling
Le imprese che il 31 dicembre 2015 hanno avviato il ruling per le opzioni da patent box hanno tempo fino al 30 maggio prossimo (cadendo il 29 di domenica) per produrre alle Entrate la documentazione integrativa indicata nell’istanza. Il termine originariamente fissato in 120 giorni dalla data di presentazione della domanda viene portato dal provvedimento a 150 giorni per tutte le istanze presentate dal 1° dicembre 2015 al 31 marzo 2016. La proroga viene incontro alle richieste delle imprese interessate, le quali, per effetto della assoluta novità della disposizione, hanno necessità di approfondire diversi aspetti della disciplina, in particolare quelli legati alla individuazione di taluni intangibili come il know how, nonché dei criteri teorici e dei connessi parametri numerici necessari per quantificare il reddito dell’intangibile.
La documentazione integrativa, che dovrà essere presentata entro 150 giorni dalla istanza “prenotativa”, consiste in quattro blocchi di elementi: indicazione analitica degli intangibili, descrizione dei vincoli di complementarietà tra diversi beni, illustrazione delle attività di ricerca ed infine dettaglio dei metodi di calcolo scelti e ragioni della loro individuazione.
In merito al primo punto, i contribuenti dovranno produrre una relazione che elenca e descrive i singoli beni, riportando gli estremi di registrazione (marchi e brevetti) ovvero, in mancanza di trascrizione, i motivi della loro tutelabilità giuridica (disegni, modelli e know how).
Il calcolo del reddito
Se nel patent box sono stati immessi più intangibili utilizzati congiuntamente per realizzare prodotti, processi o famiglie di questi (ad esempio il marchio con il design che contraddistingue i prodotti dell’impresa), occorre motivare e documentare i vincoli di complementarietà che legittimano un calcolo cumulativo del reddito detassabile e delle spese di ricerca. In merito a queste ultime (che comprendono, oltre alla ricerca, anche la comunicazione e la difesa dei beni immateriali), nella documentazione da presentare nei 150 giorni occorre evidenziare le attività svolte e motivare come queste sono collegate con lo sviluppo o il mantenimento dei beni detassabili.
L’ultimo, e più importante, elemento da documentare entro fine maggio è il calcolo della quota parte del reddito complessivo che è ascrivibile al bene immateriale. Il provvedimento del dicembre 2015 stabilisce di indicare e giustificare «i metodi e i criteri di calcolo» (che dovranno essere conformi alle linee guida Ocse sul transfer pricing). Ciò lascia aperto l’interrogativo se, come pare preferibile, si possano definire nel ruling anche i parametri applicativi di tali metodi e dunque il vero e proprio conteggio. Ad esempio, se il calcolo è effettuato con il Cup, l’accordo (e la documentazione da produrre a fine maggio) dovrebbe riguardare anche l’analisi di benchmark e dunque il range di percentuali di royalties figurative da utilizzare nel caso specifico.
Su questa come su altre problematiche, è necessario che l’Agenzia intervenga con la circolare.

Luca Gaiani

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Ai due estremi ci sono Generali e Unicredit: promossa a pieni voti la prima (almeno dagli investitor...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La pace con Vivendi in Piazza Affari vale 35 milioni di capitalizzazione. Dopo una fiammata in avvio...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

er la prima volta da molti anni un rialzo dei tassi d’interesse si affaccia negli scenari della po...

Oggi sulla stampa