Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Per i saldi bancari garantita la privacy

Garanzia di riservatezza per i rapporti finanziari dei cittadini. Più semplicità nel dialogo uffici – contribuenti, con servizi telematici estesi ai controlli formali delle dichiarazioni annuali. Raddoppierà il cassetto fiscale, con possibilità di consultare i dati del cliente estesa a due intermediari. Secondo il comunicato di ieri dell’agenzia delle Entrate, sono alcune delle misure contenute nel disegno di legge sulle semplificazioni fiscali in arrivo e su alcuni provvedimenti amministrativi.
Col nuovo canale Sid (Sistema di interscambio dati) la comunicazione dei rapporti finanziari da parte degli operatori finanziari (con dati identificativi del rapporto, saldo di inizio e fine anno e importo totale dei movimenti attivi e passivi dell’anno) sarà online con unico file di elevato standard di sicurezza. Il Sid consente a banche, Poste e altri operatori finanziari di comunicare al fisco i movimenti finanziari in modalità criptate e senza intervento umano.
Per premi e contratti assicurativi basterà una sola comunicazione. Saranno anche più semplici le comunicazioni per i proventi percepiti da soggetti non residenti e da società residenti su titoli detenuti all’estero. Grazie sempre al Sid, gli operatori assicurativi potranno comunicare in automatico le informazioni su somme liquidate, identificativo del sinistro, beneficiario e soggetti le cui prestazioni hanno concorso a quantificare la somma liquidata.
Riguardo al canale di assistenza Civis, che dà assistenza sulle comunicazioni di irregolarità (avvisi bonari a seguito di controllo automatico), presto sarà possibile chiedere assistenza a seguito dei controlli formali delle dichiarazioni, ex articolo 36-ter, Dpr 600/1973 (la liquidazione automatizzata delle dichiarazioni annuali dei redditi, modello Unico, dell’Iva, dei sostituti d’imposta, modelli 770 semplificato e ordinario, e dell’Irap). L’agenzia delle Entrate provvede alla liquidazione di imposte, contributi e premi dovuti, nonché dei rimborsi spettanti, entro l’inizio del periodo di presentazione delle dichiarazioni per l’anno successivo. L’Agenzia effettua il controllo formale delle dichiarazioni presentate, entro il 31 dicembre del secondo anno successivo a quello di presentazione.
Altre semplificazioni in arrivo riguarderanno le informazioni relative all’iscrizione al Vies (Vat information exchange system), che saranno consultabili all’interno del cassetto fiscale, usando i servizi telematici dell’agenzia delle Entrate (Fisconline o Entratel). Sarà soppressa la dichiarazione di installazione dei registratori di cassa, i cui dati sono già comunicati dal soggetto che esegue la verifica periodica dei misuratori all’atto dell’installazione o della disinstallazione.
Sarà anche soppresso il modello Cdc per la comunicazione dei dati catastali. Entro il 30 settembre sarà anche possibile chiedere l’abilitazione al servizio Entratel tramite Pec (posta elettronica certificata). Sarà infine estesa la modalità di pagamento tramite F24, che potrà essere usato anche per i pagamenti che oggi vanno eseguiti col modello F23. Con F24 si potranno perciò pagare, ad esempio, le imposte sulle successioni e donazioni, le imposte di registro, le imposte ipotecaria e catastale, l’imposta di bollo e i tributi speciali.
Dal 2014, inoltre, la registrazione dei contratti di locazione immobiliare potrà essere fatta con un nuovo modello (RLI), che sostituirà il modello 69.
Insomma, il fisco promette un volto più umano e tecnologico.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Non è stata una valanga di adesioni, ma c’è tempo fino a domani per consegnare le azioni Creval ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Un altro passo avanti su Open Fiber, la rete oggi controllata alla pari 50% da Cdp e Enel, per accel...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il «passaggio di luglio» con la fine del blocco dei licenziamenti per le imprese dotate di ammorti...

Oggi sulla stampa