Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Pensioni, l’uscita anticipata scatterà per le imprese in crisi

Con la legge di Stabilità per il 2016 arriveranno le prime misure per introdurre la flessibilità sull’età di pensionamento. Ma essa sarà limitata a particolari platee di lavoratori perché le risorse a disposizione sono poche, non più di un miliardo il prossimo anno, e perché il governo non vuole dare l’impressione di una marcia indietro rispetto alla riforma Fornero. Lungo queste linee si muoveranno i ministri dell’Economia, Pier Carlo Padoan, e del Lavoro, Giuliano Poletti, questa mattina in audizione nelle commissioni riunite Lavoro e Bilancio di Camera e Senato. Gli stessi ministri hanno fatto il punto ieri a Palazzo Chigi col sottosegretario alla presidenza, Claudio De Vincenti. Si sono confrontati punti di vista diversi e la stretta sulle misure da prendere avverrà solo a ridosso del 15 ottobre.
Il ministero del Lavoro sarebbe per un provvedimento di ampia portata, che pur tagliando la pensione di chi lasciasse in anticipo di qualche anno il lavoro, favorisse un certo ricambio tra occupati anziani e giovani, cioè una staffetta generazionale sollecitata dalle stesse aziende. Il ministero dell’Economia insiste invece per un provvedimento limitato a chi, a 3-4 anni dalla pensione, resta senza lavoro e senza ammortizzatori. Potrebbe andare in pensione ma prendendo meno. Una soluzione che finirebbe per ricomprendere anche gli ultimi esodati pendenti dopo la riforma Fornero. Ma anche costoro dovrebbero accettare un assegno ridotto del 3-4% per ogni anno di anticipo rispetto alle regole attuali.
La penalizzazione potrebbe avere un decalage fino ad annullarsi per le pensioni inferiori a 2-3 volte il minimo. Infine, potrebbe esserci un segnale positivo sulle ultime domande in sospeso delle lavoratrici che hanno scelto l’opzione donna prevista dalla legge 243 del 2004.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Cdp ha appena celebrato il più grande matrimonio del 2020, quello che ha portato alle nozze Sia (4,...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Era nell’aria, adesso c’è la conferma ufficiale: l’Opa del Crédit Agricole Italia è «inatt...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Iccrea esce dal capitale di Satispay ma non abbandona il fintech. L'operazione, anzi, ha l'obiettivo...

Oggi sulla stampa