Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Pensionati, corsa all’estero

L’Inps paga ogni anno circa 373 mila pensioni a soggetti residenti all’estero per una spesa di oltre un miliardo di euro. Solo che, ha sottolineato ieri il presidente dell’Inps Tito Boeri in un’audizione parlamentare, l’83% di questi assegni ha alle spalle una contribuzione inferiore a 10 anni e beneficia quindi di prestazioni assistenziali aggiuntive «quali le integrazioni al minimo o la quattordicesima». Per quest’ultima voce l’Inps ha pagato nel 2017 l’aumento di pensione a 89 mila pensionati residenti all’estero, spendendo 35,6 milioni, spesso in Paesi dove «esistono redditi minimi garantiti» e altre prestazioni assistenziali che scattano al di sotto di certi redditi. Paradossalmente, quindi, «l’Italia — osserva Boeri — con le quattordicesime erogate a residenti all’estero, sta di fatto riducendo gli oneri per la spesa assistenziale di altri Paesi».

Non solo, queste spese che l’Italia potrebbe risparmiare finiscono per alimentare i consumi di altre economie. Il fenomeno è in crescita con l’aumento dei pensionati che si trasferiscono all’estero attratti da un insieme di condizioni che alcune località, dalle Canarie al Portogallo, offrono: costo della vita inferiore; incentivi fiscali mirati ad attirare i pensionati dall’estero; clima favorevole.

Boeri è da tempo che sottolinea queste distorsioni della spesa assistenziale, ma per ora dal governo non sono arrivati segnali di interesse a intervenire. Va avanti invece la discussione su come introdurre una «pensione di garanzia» per i giovani con carriere discontinue. Eventuali misure saranno decise in autunno. Ma il presidente della Confindustria, Vincenzo Boccia, frena: «Dire che diamo una pensione ai giovani che non hanno lavoro è offensivo. Piuttosto si tagli il cuneo fiscale per tre anni, per creare lavoro. Costerebbe un terzo del progetto pensioni».

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Al bivio tra un’iniezione di "italianità", che potrebbe coincidere con l’acquisizione di Mps o...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Cronaca di un addio a lungo annunciato, ma non per questo meno traumatico (-4,96% il titolo in Borsa...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«Estrema cautela». È questo allo stato dell’arte l’approccio di Cdp e dei fondi, Blackstone e...

Oggi sulla stampa