Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Paribas, sei progetti per Milano

di Gabriele Frontoni

Mattone italiano con il fiato corto. Dopo la frenata del 30% nelle transazioni di immobili a uso ufficio e retail tra il 2007 e il 2009, lo scorso anno in Italia si è registrata una nuova flessione nel numero di compravendite del 5,7%. E questo, a fronte di una ripresa del 68% delle transazioni commerciali su scala europea.

Meglio allora restare alla finestra in attesa di tempi migliori? Niente affatto. Basti pensare ai piani di sviluppo immobiliare messi in campo dalla divisione real estate del colosso finanziario francese, Bnp Paribas. Sei ambiziosi progetti, concentrati per lo più su Milano, capaci di generare un ritorno atteso sugli investimenti di 400 milioni di euro. Punta di diamante dell'avventura immobiliare italiana della banca transalpina, è la realizzazione del nuovo quartier generale di Siemens: 46mila metri quadrati di uffici e spazi produttivi in via Vipiteno, a pochi metri dal parco Adriano, nella periferia nord-est di Milano. Il progetto. realizzato dagli studi Barreca & La Varra e Stefano Boeri Architetti, consentirà a Siemens di concentrare in un unico spazio 1.600 dipendenti all'interno di una superficie coperta di 8mila metri quadrati. L'intervento prevede un investimento di 100 milioni di euro da parte di Bnp Paribas Re, ripartiti tra il costo di acquisto dell'area da 25mila mq su cui sorgerà il nuovo edificio (già di proprietà di Siemens) e la realizzazione del complesso immobiliare.
Le strutture saranno poi affittate a Siemens con un contratto di locazione usuale di mercato che permetterà a Bnp Paribas Real Estate di rientrare interamente dell'esposizione finanziaria iniziale. Terminato il periodo di locazione, Siemens potrà decidere di prolungare il contratto. «Questo progetto rappresenta un passaggio importante di crescita della nostra attività di sviluppo immobiliare in Italia, dove contiamo di conseguire nei prossimi anni una posizione di leadership che già caratterizza la nostra attività in altri Paesi europei», ha spiegato Bruno Pinard, presidente di Bnp Paribas Repd. In attesa di dare il via ai lavori per la costruzione del quartier generale di Siemens, previsti per la prima parte dell'anno, i vertici di Bnp Paribas Re non sono stati alla finestra e hanno dato il via a nuovi interventi di sviluppo immobiliare tra Lombardia e Umbria. Entro l'estate arriverà a conclusione il nuovo edificio uso uffici realizzato a Milano, in via Crespi: 5.400 mq di superficie distribuiti su 5 piani più 218 posti auto interrati progettato dallo studio Rognoni Valeriani. Per non parlare del centro direzionale Parallelo, il grattacielo orizzontale progettato dall'architetto Mario Cucinella, che sorgerà in via Santander, a pochi minuti dalla metropolitana di Romolo e Famagosta, sempre a Milano. Tre piani fuori terra, per un totale di 14 mila mq sollevati a 12 metri dal suolo che ospiteranno fino a 400 persone a piano, oltre a un'area commerciale di 550mq, una piazza privata da 7mila mq e 250 posti auto. I lavori partiranno all'inizio del prossimo anno.
Già concluse, invece, le demolizioni del vecchio ospedale di Perugia Monteluce sulla cui superficie saranno realizzati 65mila mq tra uffici, residenziale e commerciale, che confluiranno in un fondo immobiliare chiuso ad apporto pubblico dedicato alla valorizzazione del patrimonio ospedaliero dismesso della regione Umbria. A Milano, infine, Bnp Paribas ha acquistato di recente da Legioni Romane Properties, un immobile da 10mila mq in via Legioni Romane per lungo tempo sede di Banca d'America. L'edificio sarà convertito in residenziale con la realizzazione di 90 appartamenti. Mentre in via Bernina, sempre a Milano, Bnp Paribas sta realizzando un nuovo centro direzionale da 10.500 metri quadri per il fondo Bnl Portfolio Immobiliare.



 

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

La segnalazione di Bankitalia su un’ipotesi di falso in bilancio rende legittimo il sequestro del ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Illimity Bank e un’affiliata di Cerberus capital management hanno perfezionato un’operazione di ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

È ancora presto per dire che quello della raccolta di denaro fresco per le banche italiane non rapp...

Oggi sulla stampa