Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Parcelle legali, anticipa la banca

Boccata d’ossigeno per gli avvocati di Palermo alle prese con i mancati pagamenti da parte delle amministrazione giudiziaria, relativi alle fatture emesse per il patrocinio a spese dello Stato, per le difese d’ufficio e per le attività svolte da amministratori giudiziari e curatori fallimentari, già accettate dal sistema informatico ma non ancora pagate. Il consiglio dell’ordine degli avvocati e la Banca Popolare S. Angelo hanno infatti firmato un accordo con un insieme di strumenti studiati per superare le difficoltà di liquidità degli studi legali. La banca e il Consiglio hanno definito una convenzione, grazie alla quale i legali del capoluogo siciliano possono ottenere subito l’erogazione di un anticipo sulle fatture fino al 75% dell’importo liquidato, per una durata fino a 18 mesi prorogabili di altri sei, coprendo così il ritardo medio dei pagamenti da parte del ministero della giustizia. La banca e l’Ordine, inoltre, hanno concordato a favore degli avvocati palermitani ulteriori agevolazioni su linee di credito, utili allo sviluppo degli studi legali, dell’esercizio e dell’aggiornamento anche tecnologico della professione, quali mutui chirografari e fondiari a tassi particolari. «Si tratta del primo accordo stipulato a livello nazionale», spiega Francesco Greco, presidente del consiglio dell’ordine degli avvocati di Palermo, «diamo una risposta concreta e immediata alle difficoltà dei colleghi, specie quelli più giovani». Secondo i dati comunicati nel corso dell’inaugurazione dell’anno giudiziario l’arretrato accumulato in tutti i distretti che fanno capo alla Corte di Appello di Palermo ammonterebbe ad alcune decine di milioni di euro. E ci sono tempi lunghi anche per i pagamenti. Almeno due anni nel caso del gratuito patrocinio, di più per le curatele fallimentari. «In Sicilia, più che altrove, occorre garantire giustizia e legalità», osserva Antonio Coppola, presidente della S. Angelo, «e la nostra banca contribuisce a questo obiettivo anche assicurando liquidità immediata e canali finanziari dedicati alla categoria degli avvocati».

Antonio Giordano

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

«È cruciale evitare di ritirare le politiche di sostegno prematuramente, sia sul fronte monetario ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Dopo aver fatto un po’ melina nella propria metà campo, il patron del gruppo Acs, nonché preside...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Una forte ripresa dell’economia tra giugno e luglio. È su questo che scommette il governo: uscire...

Oggi sulla stampa