Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Otto giurisdizioni fuori dalla black list Ue

A poco più di un mese dal lancio della black list europea, la comunità dei 27 fa parziale retromarcia e si appresta a “riabilitare” otto dei presunti Paesi non cooperativi. Si tratta di Panama – che proprio ieri (e forse non a caso) ha firmato l’accordo di scambio automatico in sede Ocse – Corea del Sud, Emirati Arabi Uniti, Barbados, Grenada, Macao, Mongolia e Tunisia
Come si ricorderà, l’Ue in dicembre aveva deciso di stilare la lista black nel tentativo di scoraggiare le pratiche di elusione fiscale più aggressive, in un certo senso richiamando le giurisdizioni più lente ad adeguarsi agli standard di trasparenza universalmente (e talvolta solo formalmente) accettati.
Oggi otto delle 17 giurisdizioni finite nell’elenco di proscrizione dovrebbero essere rapidamente ripescate dopo che si sono offerte di modificare le loro norme fiscali di apertura internazionale. Le giurisdizioni destinate a rimanere sulla lista nera della Comunità del vecchio continente sono invece le Samoa americane, il Bahrain, il Guam, le Isole Marshall, la Namibia, Palau, Santa Lucia, Samoa e Trinidad e Tobago.
La proposta per il delisting è stata presa dal gruppo del “Codice di comportamento” che riunisce gli esperti fiscali degli Stati membri dell’Ue. Se la raccomandazione sarà confermata dai ministri europei, le otto giurisdizioni saranno spostate in una lista grigia riservata a chi si impegna a cambiare le regole in materia di trasparenza fiscale e cooperazione. La lista grigia comprende attualmente 47 giurisdizioni.
Intanto ieri a Parigi, nel quartier generale dell’Ocse, Panama ha firmato l’accordo multilaterale Common Reporting Standard insieme allo strumento di funzionamento per i bilaterali con altre 97 giurisdizioni per lo scambio automatico. Panama è il 98° Paese ad aderire al Crca Mcaa, primo accordo internazionale per l’attuazione dello scambio automatico di dati sui conti finanziari. Per il vicesegretario dell’Ocse, Masamichi Kono, Panama è ora in «eccellenti condizioni» per poter dare il via, dal prossimo settembre, al flusso di info sui conti di contribuenti stranieri là basati.

Alessandro Galimberti

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Entra nel vivo la gara per la conquista di Cedacri, società specializzata nel software per le banch...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il Monte dei Paschi di Siena ha avviato ieri un collocamento rapido di azioni, pari al 2,1% del capi...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il giorno dopo il lancio dell’Opa da parte di Crédit Agricole Italia, il Creval valuta le possibi...

Oggi sulla stampa