Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Nuovi parametri forensi, spese forfettarie sempre al 15%

Spese forfettarie sempre al 15 per cento nel compenso degli avvocati grazie ai nuovi parametri professionali. È l’effetto dell’eliminazione della locuzione «di regola» da tutto il dm 55/2014 e in particolare dall’art. 2, c.2, del provvedimento che disciplina gli emolumenti. È iniziato l’esame parlamentare dello schema di dm in commissione Giustizia al Senato e alla Camera.

Forbice unica. Nel civile la forbice unica del 50% per aumenti e diminuzioni degli emolumenti rispetto alla media vale ogni fase del processo: di studio; introduttiva; istruttoria; decisoria. E se un avvocato subentra al collega nella difesa del cliente dopo la fase introduttiva può essere retribuito anche per quella di studio della controversia.

Nei procedimenti di volontaria giurisdizione che hanno natura contenziosa non si applica il parametro unico non suddiviso per fasi, ma le tabelle relative all’attività svolta in concreto (ad esempio nei procedimenti camerali per la revisione delle condizioni di separazione e divorzio e l’affidamento dei figli nati fuori dal matrimonio).

Incentivi e deterrenti. In caso di conciliazione giudiziale o transazione in corso di causa al professionista spetta un compenso pari a quello previsto per la fase decisionale aumentato di un quarto. Incremento del 30 per cento se la mediazione o la negoziazione assistita si chiude con un accordo. Idem vale per la fase di conciliazione.

Nuovi deterrenti, invece, per le controversie bagatellari o strumentali. Il compenso si riduce del 75% – e non più del 50 – se la parte è condannata per abuso del processo. Resta la riduzione del 50% per inammissibilità, improponibilità o improcedibilità della domanda, ma solo per «gravi ed eccezionali ragioni» da motivare. Fissato tra 200 e 500 euro l’ora il range dei compensi a tempo per chi assiste grandi imprese.

Tabella integrata. Nel penale è integrata la tabella per la fase di convalida dell’arresto nel giudizio direttissimo. Per l’attività svolta davanti al magistrato di sorveglianza valgono i parametri del tribunale monocratico ridotti di un terzo.

Aumenti ed effetti. Su tutti i compensi degli avvocati si prefigura un aumento del 5% legato all’incremento del costo della vita stimato dall’Istat: le nuove tabelle si applicheranno alle prestazioni concluse dopo l’entrata in vigore del decreto, prevista quindici giorni dopo la pubblicazione in G.U. Per il patrocinio a spese dello Stato si stima un incremento di spesa annuo di oltre 19 mln , che per il 2022 sarà limitato a meno di 10: gli effetti non si sentiranno prima di luglio.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Rassegna stampa per le imprese

Prima un nuovo aiuto per le famiglie, poi toccherà alle imprese. La tempesta sui prezzi dell’ene...

Rassegna stampa per le imprese

Rassegna stampa per le imprese

Se da una parte gli effetti della pandemia fanno meno paura, a preoccupare le imprese europee è l...

Rassegna stampa per le imprese

Rassegna stampa per le imprese

Marche, via a bandi anti fragilità per rafforzare micro imprese e PmiFondi per 8 milioni per «fil...

Rassegna stampa per le imprese