Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Nuova via per la Sabatini

Nel caso in cui il modulo di domanda per l’accesso alle agevolazioni di beni strumentali (c.d. Sabatini-bis) sia sottoscritto dal procuratore dell’impresa, è necessario allegare copia dell’atto di procura e del documento di identità del soggetto che rilascia la procura (trasmissione su un unico file firmato digitalmente).

Con riferimento alla sede operativa nella quale si intende realizzare l’investimento nuovo il modulo fornisce come campo precompilato sede «presente sul territorio nazionale». In caso di impresa estera avente sede in uno stato membro che, al momento della presentazione della domanda, non abbia una sede operativa in Italia, occorrerà selezionare, utilizzando l’apposito menù a tendina, lo stato membro di riferimento e valorizzare il campo «da attivare in Italia entro la data di ultimazione dell’investimento». Queste le nuove indicazioni contenute nella guida del ministero dello sviluppo economico (3.0 del 10 febbraio 2015) per la compilazione della domanda di agevolazioni «beni strumentali nuova sabatini».

Con riferimento alle dichiarazioni necessarie per l’acquisizione da parte del ministero dello sviluppo economico delle informazioni antimafia, si legge nella guida che i prospetti di autocertificazione redatti secondo le modalità stabilite dalla prefettura competente e resi disponibili nel sito istituzionale di ciascuna prefettura dovranno essere trasmessi su un unico file, firmato digitalmente dal medesimo soggetto che ha firmato il modulo di domanda. In particolare l’impresa, in base alla propria forma giuridica, dovrà compilare il modello previsto per le società/ditte individuali/cooperative o società consortili, attestando che le dichiarazioni allegate (rese dai soggetti dichiaranti e corredate da copia di documento in corso di validità) al modello stesso sono copia conforme agli originali prodotti dai rispettivi firmatari (in possesso del dichiarante). Questi ultimi dovranno essere quindi scansionati ed uniti al suddetto modello in unico file in formato pdf, lo stesso dovrà quindi essere firmato digitalmente. Qualora l’importo del finanziamento superi il limite di 1.900.000,00 euro, in automatico nell’ultima pagina del documento comparirà, fra gli allegati da trasmettere unitamente al modulo di domanda, il flag relativo alle dichiarazioni in merito ai dati necessari per la richiesta delle informazioni antimafia alla prefettura competente. Il mancato utilizzo del modulo di domanda pubblicato sul sito del MiSe la sottoscrizione di dichiarazioni incomplete e l’assenza, anche parziale, dei documenti e delle informazioni richieste costituiscono motivo di non ricevibilità della domanda e pertanto di inammissibilità al finanziamento e al contributo. Per la compilazione della domanda si raccomanda alle imprese proponenti di utilizzare l’ultima versione del modulo resa disponibile nella sezione «beni strumentali – nuova Sabatini – del sito internet del ministero dello Sviluppo economico.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Non deve essere stato facile occupare la poltrona più alta della Bce nell’anno della peggiore pes...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Prelios Innovations e Ibl Banca (società attiva nel settore dei finanziamenti tramite cessione del ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La pandemia ha spinto le famiglie italiane a risparmiare di più. E questo perchè il lockdown e le ...

Oggi sulla stampa