Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Npl, S&P alleggerisce gli effetti sul settore

Gli effetti della pandemia sulla qualità degli attivi bancari stanno diventando «un po’ meno incerti» e «un po’ meno negativi» rispetto alle previsioni dello scorso febbraio di Standard & Poor’s. Lo si legge in una nota in cui l’Agenzia di rating prevede «perdite da crediti pari a 1.600 miliardi di dollari (1.360 miliardi di euro) tra il 2021 e il 2022, pari a circa l’8% in meno delle precedenti previsioni», per un totale di 2.500 miliardi di dollari (2.120 miliardi di euro) nel triennio dal 2020 al 2022, vale a dire «oltre una volta e mezzo le perdite da crediti registrate nel 2019». Secondo gli analisti di S&P il sistema bancario dell’intero continente americano «ritornerà ai livelli pre-pandemia nel 2021 nel Nord America e nel 2022 nell’America Latina». Al ribasso le stime sulla macro-area Asia-Pacifico Cina esclusa, l’Europa, il Medio Oriente e l’Africa, che saranno comunque più lente a riprendersi delle due Americhe. Diverso il discorso per il Celeste Impero, le cui stime sulle perdite da Npl sono al rialzo (+2%) e gli effetti della pandemia sono destinati a protrarsi. Gli ultimi dati sulle perdite globali nel 2020 indicano un totale di 820 miliardi di dollari (694,6 miliardi di euro), ossia l’8% in meno rispetto agli 892 miliardi di dollari precedentemente previsti.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Ancora nulla di fatto nell’Ue sull’energia. Anche il Consiglio dei ministri per l’energia riu...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

I l rilancio di Mirafiori (con la relativa chiusura della Maserati di Grugliasco, alle porte di To...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La partita è cominciata. Si gioca tra Roma e Bruxelles, tra i negoziatori del Mef, che hanno il co...

Oggi sulla stampa