Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Notifiche multiple

di Debora Alberici  

Notifica fiscale con paletti diversi a seconda del destinatario, persona fisica o società. È infatti invalida la notifica dell'accertamento o della cartella di pagamento consegnato al portiere dello stabile dove ha sede l'azienda mentre è efficace a tutti gli effetti la consegna del plico al vicino di casa del contribuente o a un parente, non necessariamente convivente.

Sono tante le sentenze depositate sull'argomento dalla sezione tributaria della Cassazione che ieri (si veda ItaliaOggi del 1° marzo) ha destato qualche perplessità con una pronuncia, la numero 4962 del 28 febbraio 2011, che ha sancito tout court l'illegittimità della notifica alla società fatta al portiere dello stabile dell'azienda.

La motivazione di questa sentenza ruota tutta intorno all'applicabilità o meno delle norme del codice di procedura civile, in particolare dell'articolo 139, al contenzioso tributario. Possibilità questa, negata ieri a gran voce da un Collegio della sezione tributaria ma normalmente riconosciuta per i contribuenti persone fisiche.

«A norma del combinato disposto degli artt. 139 e 145 cod. proc. civ.», si legge nella decisione che ha dato torto al fisco, «la notificazione alla persona giuridica non può essere effettuata, in mancanza delle persone menzionate da quest'ultima norma, in mani del portiere dello stabile in cui essa ha sede, ed il richiamo all'ari. 139 cit. opera soltanto per l'eventualità che l'atto da notificare faccia menzione della persona fisica che rappresenta l'ente». Ma non solo. La Cassazione ha fatto un altro passo in avanti sancendo che «la conseguente nullità della notifica, poi, non può certo ritenersi sanata a seguito dall'impugnazione della cartella di pagamento, essendo evidente che il raggiungimento dello scopo non può che essere rappresentato dall'impugnazione dell'atto invalidamente notificato e non di un atto diverso, che nella definitività del primo trovi soltanto d suo presupposto». Tutto diverso quando il plico del fisco è indirizzato a una persona fisica. In questo caso, infatti, sono decine le sentenze depositate al Palazzaccio e con le quali è stata sdoganata l'applicabilità piena delle norme del codice di procedura civile anche alle notificazioni tributarie. Tanto per citare le più significative: con la sentenza 9590 dell'anno scorso, la sezione tributaria ha stabilito che la notificazione mediante consegna a persona di famiglia non postula necessariamente l'ulteriore requisito della convivenza, non espressamente menzionato dall'art. 139 c.p.c. risultando sufficiente l'esistenza di un vincolo (di parentela o affinità) tale da giustificare la presunzione che la «persona di famiglia» consegnerà l'atto al destinatario. In questo caso il plico era stato validamente consegnato alla suocera che abitava al piano di sopra.

E poi ancora. È sempre dell'anno scorso una decisione (sentenza 4410) con la quale è stata affermata la validità della notifica dell'atto effettuata tramite la consegna nelle mani della vicina di casa del destinatario. Questo perché, ha spiegato Piazza Cavour in quell'occasione, «il procedimento previsto per l'ipotesi che sia impossibile la consegna presso la sede della persona giuridica, ma sia indicata nell'atto la persona fisica che rappresenta l'ente, prevede che la notificazione sia eseguita “a mani proprie” di quest'ultima o presso la sua residenza. Ed in caso di assenza del destinatario e di persona di famiglia o addetta alla sua casa la consegna può avvenire, se manca il portiere, a un vicino di casa che accetti di riceverla».



 

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Il brevetto italiano costituisce titolo autonomo rispetto a quello europeo. E la perdita di efficaci...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Si è riaperta la stagione delle vendite immobiliari. E sul mercato ci sono al momento ben 850 milio...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Agire subito contro i rischi del 5G. Intromissioni, furti on line, minacce e ostilità di ogni gener...

Oggi sulla stampa