Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Notaio, per le fatture false solo illecita concorrenza

La reiterata emissione, da parte del notaio, di fatture irregolari in caso di anticipazioni di spese inesistenti fa scattare solo l’illecita concorrenza, che assorbe la violazione non occasionale del codice deontologico. La Corte di Cassazione accoglie in parte, con la sentenza 816/2019, il ricorso del professionista “condannato” dai probi viri alla sospensione per quattro mesi. Nel mirino del Consiglio notarile locale erano finite 284 fatture, relative a a un solo anno, nella quali la voce delle cosiddette anticipazioni era sistematicamente valorizzata con importi non giustificabili alla luce dell’attività svolta. Inoltre, in molte fatture il notaio non aveva indicato nulla a titolo di compensi o aveva esposto somme inferiori a quanto dovuto a titolo di contribuzione al Consiglio nazionale del notariato. C’erano, poi, le anomalie sulle marche da bollo degli atti rogati. Il notaio si era difeso ricordando di aver passato “indenne” le verifiche fiscali e di non aver avuto alcuna contestazione dai clienti. Rilievi ritenuti irrilevanti dall’organo di autodisciplina. Per il Consiglio dell’Ordine, al quale la Corte d’Appello si era allineata, c’era la violazione dell’articolo 147 della legge notarile. Per la Cassazione però l’illecita concorrenza assorbe la reiterata violazione del codice di autodisciplina. La “punizione” va dunque rivista al ribasso.

Patrizia Maciocchi

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

«Non sapevo che Caltagirone stesse comprando azioni Mediobanca. Ci conosciamo e stimiamo da tanto t...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Primo scatto in avanti del Recovery Plan italiano da 209 miliardi. Il gruppo di lavoro "incardinato"...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La Cina ha superato per la prima volta gli investimenti in ricerca degli Stati Uniti. Pechino è vic...

Oggi sulla stampa