Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Niente ipoteca se non c’è causa in corso

Quando il credito fiscale è certo ed esigibile, in quanto non opposto dal contribuente e ormai definitivo, l’ente impositore non ha interesse a adire il giudice tributario. A meno che l’amministrazione non dimostri che il debitore si sta spossessando del proprio patrimonio, per esempio vendendo i beni immobiliari, mettendo così a repentaglio la riscossione. È quanto afferma la Ctp Reggio Emilia con la sentenza n. 114/1/14, depositata il 24 febbraio scorso. Un comune aveva notificato a una snc due avvisi di accertamento Ici e Imu per un totale di oltre 12 mila euro. Le rettifiche non erano state contestate, divenendo quindi definitive. A fronte del «disinteresse» del contribuente, l’ente locale aveva effettuato alcune verifiche. La società risultava non aver mai depositato alcun bilancio, presentando dichiarazioni dei redditi incompatibili con la massa debitoria. Gli immobili, peraltro, risultavano già gravati da ipoteche e pignoramenti per quasi un milione di euro. Da qui la scelta del comune di rivolgersi ai magistrati tributari. L’art. 22, dlgs 472/97, infatti, prevede che in caso di fondato pericolo di perdere la garanzia del proprio credito fiscale l’ente impositore possa chiedere al giudice l’iscrizione di ipoteca sui beni del debitore. Quest’ultimo non si è costituito in giudizio. Circostanza che però non impedisce alla Ctp di respingere le ragioni del comune. Poiché sulla rettifica Ici non c’era alcun contenzioso pendente, l’importo appannaggio dell’ente risultava già «certo, liquido ed esigibile». Il municipio poteva quindi procedere con la riscossione coattiva. Niente misura conservativa nemmeno per il credito Imu: l’ente avrebbe dovuto dimostrare che l’intimato abbia proceduto a dismissioni del proprio patrimonio. Ma il comune non ha dato prova dell’evanescenza delle garanzie immobiliari. Da qui il rigetto dell’istanza.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Alla fine, dopo un consiglio sospeso e riaggiornato a ieri pomeriggio, l’offerta vincolante per l...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Scatta l’operazione-pulizia del Recovery Plan. Dal primo giro di orizzonte del gruppo di lavoro di...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Negli ultimi giorni, la stampa è entrata improvvisamente nel mirino di alcuni governi in Europa del...

Oggi sulla stampa