Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Niente cda per chi non ha skills bancarie

La Banca Centrale Europea aggiorna le nuove linee guida sul “fit and proper assessment”, ovvero il processo di verifica dei requisiti di professionalità e onorabilità degli esponenti presenti nei board bancari. Il documento, pubblicato nei giorni scorsi, di fatto conferma integralmente il testo diffuso a maggio dello scorso anno, e lo integra con le definizioni previste dalle linee guida emesse in maniera congiunta da Esma ed Eba sul tema dell’adeguatezza. Tra le novità di quest’anno, da segnalare il fatto che la Vigilanza richieda che i componenti dell’organo di amministrazione debbano possedere espressamente un livello base di conoscenze tecniche in «ambito bancario»: una competenza fino ad oggi non richiesta che si va ad aggiungere invece alla necessaria (e già richiesta) conoscenza dei mercati finanziari, dei contesti normativi di riferimento e dei principi di gestione dei rischi, contabilità e governance. Auspicata espressamente (benché non strettamente vincolante) un’esperienza professionale di almeno dieci anni in settori attinenti i servizi bancari e finanziari per il ceo e di almeno cinque anni per i membri dei board. Per il presidente dei cda, invece, richiesti 10 anni di esperienza professionale specifica «maturata di recente».
Per il resto, la Vigilanza ribadisce i principi già noti, sia rispetto ai meccanismi di controllo dei candidati ai board da parte della Vigilanza, sia rispetto ai principii di «coerenza» delle norme a livello europeo (in passato denominata più semplicemente come “armonizzazione” delle regole), che di proporzionalità e valutazione caso per caso.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Le recessioni impattano sulle pensioni future. Ma un Pil allo zero virgola fa anche peggio. Un Paese...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

L’efficace contrasto al fenomeno mafioso sempre più pervasivo nel tessuto imprenditoriale ed econ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Parte la possibilità per le imprese di ottenere liquidità per un milione di euro a fronte di aumen...

Oggi sulla stampa