Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Nasce il Facebook del risparmio

Un social network per far crescere in Italia la consulenza indipendente. Claudio Costamagna, ex Goldman Sachs con un’esperienza ventennale nell’investment banking ha annunciato ieri a Milano il nuovo progetto della sua Advise Only, società di consulenza finanziaria online di cui è presidente e primo azionista. «Abbiamo deciso di lanciare un Facebook del risparmio dove gli utenti possano trovare soluzione ai propri problemi di investimento e condividere le soluzioni trovate con altre persone – ha spiegato il banchiere – si tratta di una novità unica in Europa. Vogliamo dare risposte a chi vuole fare scelte di investimento senza stare ad ascoltare chi ha solo intenzione di piazzare i propri prodotti. Succede in tutto il mondo, ma in Italia la consulenza indipendente non è ancora veramente partita».
La rete presentata ieri e aperta sia ai singoli risparmiatori che agli operatori professionali offre la possibilità di scambiare opinioni e informazioni sui mercati, attraverso un layout molto simile a quello di Facebook. La novità, però, è che gli utenti potranno presentare o condividere anche portafogli di investimento, rendendo il network di Advise Only una sorta di cacciatore di talenti: un sistema di misurazione basato su diversi parametri metterà infatti in evidenza gli investitori più seguiti e con migliori risultati. Questo vale anche per i gestori più piccoli che, condividendo con altri utenti le proprie strategie, avranno modo di farsi conoscere a un prezzo molto più contenuto rispetto a quello di una rete di distribuzione. Il progetto di Advise Only è, però, ancora in divenire e non esclude in futuro per gli investitori professionali la possibilità di avere la propria “fan page” a pagamento in cui mettere in evidenza i propri prodotti. Ricavi per cui Costamagna non vuole fissare però ancora degli obiettivi: «Siamo una start-up e non puntiamo a tornare ad una situazione economica positiva in tempi brevi. Per ora ci accontentiamo di essere il primo istituto finanziario per numero di follower su Twitter» ha spiegato. L’investimento fatto dai soci, del resto, è in linea con una società molto snella: finora nella società di consulenza sono stati messi 2,5 milioni di cui uno appena versato per finanziare la crescita anche all’estero. Da dopo l’estate il sito sarà online anche in inglese per cercare di catturare un pubblico, come quello del Nord Europa, più propenso all’utilizzo della rete come strumento di investimento: «Entro settembre avremo il sito inglese e chiederemo di operare come società di consulenza finanziaria a livello europeo – ha aggiunto l’ad della società Serena Torielli –. In caso avessimo un buon riscontro possiamo pensare a tradurre la piattaforma anche in altre lingue per sfruttare la scalabilità della rete». La community, accessibile a tutti su internet, non sarà destinata comunque solo al pubblico più giovane (e magari meno liquido), ma anche a navigatori di età più avanzata: «Ci occupiamo di consulenza alla gestione di portafogli e quindi un progetto come il nostro va bene per tutti gli utenti – ha aggiunto Costamagna –, dai giovani con mille euro da investire alla sempre crescente platea di pensionati che stanno acquisendo familiarità con internet e scelgono la rete per capire come allocare i propri risparmi».

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Un bagaglio di nove miliardi di euro da investire ma, allo stesso tempo, la volontà di recidere og...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

L’inflazione in Italia, questo novembre, è arrivata a livelli come non si vedevano dal 2008. Gli...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Finanziamenti tradizionali, bond, private debt, quotazione in Borsa, ingresso di investitori finanz...

Oggi sulla stampa