Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Mps, Npl con Cerved e doBank

Mentre gli occhi restano puntati sulla riammissione in borsa del Montepaschi (attesa, Consob permettendo, per la prossima settimana), si delinea la macchina della maxi cartolarizzazione da 26 miliardi di euro di crediti in sofferenza che vede tra i protagonisti, oltre ad Atlante 2, Cerved e doBank. Quest’ultima ha raggiunto un accordo preliminare finalizzato a identificare i principali termini e condizioni alla luce dei quali il gruppo potrà ricevere l’incarico per la gestione, in qualità di special servicer, di sofferenze per circa 8 miliardi di euro.

La cartolarizzazione non è solo un elemento determinante del piano di rilancio della banca senese, ma rappresenta una delle più grandi mai realizzate in Europa. doBank gestirà circa il 30% del gross book value complessivo dell’operazione, con rendimenti più che proporzionali sul totale rispetto all’allocazione dei volumi di portafoglio. La sottoscrizione dei contratti di servicing, condizionata al perfezionamento dell’operazione, nonché al buon esito delle negoziazioni, è attesa contestualmente all’emissione dei titoli della cartolarizzazione entro la fine dell’anno, mentre si prevede che la gestione da parte di doBank cominci nel primo trimestre 2018.

Cerved Credit Management è stata invece individuata dal Fondo Atlante 2 tra i soggetti che assumeranno l’incarico e il ruolo di special servicer. L’assegnazione fa seguito all’accettazione, da parte di Mps, dell’offerta vincolante per l’acquisto della sua piattaforma di recupero dei crediti deteriorati, e rientra nella partnership industriale tra Quaestio e Cerved. È infatti previsto che le attività di special servicing, inizialmente assegnate a Cerved Credit Management e riguardanti circa 13 miliardi di euro di sofferenze, vengano gestite da Juliet (detenuta indirettamente per il 50,1% da Quaestio e per il 49,9% da Cerved), non appena sarà operativa.

L’assegnazione temporanea a Cerved Credit Management e la gestione di Juliet sono subordinate alla sottoscrizione di accordi di special servicing e al completamento della cartolarizzazione di tali crediti in sofferenza, prevista nei primi mesi del 2018.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

ROMA — Un’esigenza comune percorre l’Europa investita dalla seconda ondata del Covid-19. Mai c...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

ROMA — L’Italia è pronta ad alzare le difese, e si allinea con l’Unione europea, nei confront...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

MILANO — Nel giorno in cui il consiglio di Atlantia ha deliberato il percorso per uscire da Aspi, ...

Oggi sulla stampa