Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Mps e l’ipotesi del polo pubblico

Per il Montepaschi il 2018 potrebbe essere l’anno dell’aggregazione con un altro istituto. Ma non è detto che la banca senese salvata e ora controllata a 68% dal Tesoro sia il soggetto acquisito. Ieri a Londra, a margine del convegno organizzato in ambasciata italiana dallo studio legale Legance sulle prospettive dell’economia italiana, il capo della segreteria tecnica del ministero dell’Economia, Fabrizio Pagani, ha detto che il Monte potrebbe fondersi con un’altra banca anche se al momento non ci sono progetti sul tavolo. Il settore ha bisogno di un consolidamento, ha spiegato il braccio destro del ministro Pier Carlo Padoan, perché «ci sono troppe banche. La Bce continua a chiedere questo consolidamento. In questo senso — ha aggiunto — Mps potrebbe avere un ruolo. Penso che questo potrebbe iniziare quest’anno». Che cosa ha in mente Pagani? In Italia ci sono almeno due candidati naturali , ovvero Banco-Bpm e Ubi Banca. Ma anche Carige o Creval. Una sorta di schema-Bankia. Certo, c’è da risolvere il tema degli aiuti di Stato e della presenza del Tesoro nel capitale, e quindi da superare lo scrutinio della Commissione Ue.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Intervista ad Alessandro Vandelli. L'uscita dopo 37 anni nel gruppo. I rapporti con gli azionisti Un...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

I gestori si stanno riorganizzando in funzione di una advisory evoluta che copra tutte le problemati...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Non far pagare alle aziende i contributi dei neo assunti per due anni. È la proposta di Alberto Bom...

Oggi sulla stampa