Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Mps, dai fondi esteri sì alla cura Viola E BlackRock sale al 6,8% del Banco

Il fondo messicano Fintech Advisory e la società d’investimento brasiliana Btg Pactual sarebbero intenzionati a confermare l’attuale management di Montepaschi anche l’anno prossimo, al rinnovo del consiglio di amministrazione. È questo l’orientamento che si raccoglie in ambienti vicini ai due fondi che a inizio settimana hanno siglato un accordo per rilevare dalla Fondazione (efficace dopo le autorizzazioni di Tesoro e Banca d’Italia) il 6,5% dell’istituto senese sottoscrivendo allo stesso tempo con l’ente di Palazzo Sansedoni un patto di sindacato sul 9% complessivo di durata triennale, e con un lock-up (vincolo alla vendita delle azioni) di durata biennale.
I dettagli dell’accordo parasociale dovrebbero essere resi noti oggi. L’indicazione del presidente dovrebbe spettare al socio senese, quella dell’amministratore delegato ai nuovi azionisti. Secondo le indiscrezioni, ai fondi esteri andranno 3 candidati (su 6 totali) e altri 3 alla Fondazione Mps, nel frattempo scesa al 3,1% del capitale. Dopo due anni si vedrà se i fondi resteranno a Siena o passeranno all’incasso cedendo le azioni.
La decisione di investire nella banca senese — che sta per varare un aumento di capitale da 3 miliardi — sarebbe stata presa dai due fondi in un’ottica di continuità, a sostegno del piano di ristrutturazione elaborato dall’istituto presieduto da Alessandro Profumo e guidato dall’amministratore delegato Fabrizio Viola secondo le linee imposte dalla Commissione Ue per autorizzare i 4 miliardi di Monti bond. La scommessa dei fondi — in particolare Fintech Advisory, controllato dal finanziere messicano David Martinez Guzman ma anche di Btg Pactual — è quella di un rialzo del titolo Mps (ieri 0,2845 euro, +2,26%) grazie alla cura da cavallo imposta da Viola all’istituto: insomma, una impostazione da fondo «distressed», che investe cioè in aziende in crisi scommettendo nel rilancio. Peraltro già lo stesso ingresso in Mps li ha fatti guadagnare, visto che dalla Fondazione i due fondi hanno comprato a 0,2375 euro.
In ogni caso si conferma l’interesse dei capitali esteri per le banche italiane. Una riprova è arrivata ieri dal fondo Usa BlackRock — attualmente primo socio di Mps accreditato dell’8,5%, nonché in Unicredit (5%), Intesa Sanpaolo (5%) e forse Ubi Banca (sotto il 5%) — salito al 6,85% nel Banco Popolare (ieri in Borsa in rialzo del 2,30% a 15,60 euro). Di recente nell’istituto veronese alla prese con una ricapitalizzazione da 1,5 miliardi sono comparsi anche Ubs, Goldman Sachs e Norges Bank.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Sono sessantasei i fascicoli di polizze infortuni in favore dei dirigenti di cui si sono perse le tr...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«Questo shock senza precedenti potrebbe causare qualche vittima tra le banche». Un Ignazio Visco i...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«Non sarà possibile avere il Recovery Fund in funzione dal primo gennaio 2021 e anche il Bilancio ...

Oggi sulla stampa