Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Mps, a Cerved e DoBank 26 miliardi di crediti

Continua il processo di “normalizzazione” del Montepaschi, ormai prossimo allo sbarco in Borsa. Ieri sono stati messi a punto altri due tasselli, relativi alla cartolarizzazione da 26 miliardi di crediti lordi che la Bce ha imposto di deconsolidare dai conti della banca. Ebbene, il compito di farsi carico operativamente della montagna di Npl è stato affidato al Cerved e a DoBank, società specializzate nel recupero crediti e nella gestione dei crediti non performanti. Alla prima sono stati affidati 13 miliardi lordi, a DoBank gli altri 8 miliardi, in pratica l’80% di quanto cartolarizzato dal Monte. La parte restante, invece, potrebbe finire a uno più operatori più piccoli. Il fondo Atlante II, che rileverà il 95% delle tranche mezzanine e junior della cartolarizzazione per 1,68 miliardi di euro, ha incaricato Cerved di svolgere il ruolo di recupero dei crediti (special servicer), in attesa che diventi operativa e se ne occupi Juliet, la piattaforma di gestione degli Npl ceduta da Mps a Quaestio, gestore di Atlante, e alla stessa Cerved. DoBank, l’altro operatore individuato da Mps, prevede di iniziare ad operare nel primo trimestre del 2018, quando ci si attende la chiusura della cartolarizzazione, la più grande mai realizzata in Europa. Nel frattempo il Monte continua a tappe forzate la sua marcia di avvicinamento alla Borsa, dove potrebbe sbarcare lunedì 23 ottobre.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

«La priorità oggi è la definizione di un piano concreto e coraggioso per fruire dei fondi dedicat...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Sempre più al centro degli interessi della politica, ora la Banca Popolare di Bari finisce uf...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il post-Covid come uno spartiacque. Le aspettative dei 340 investitori che hanno partecipato alla di...

Oggi sulla stampa