Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Montepaschi, i tagli automatici del piano Ue

«Non c’è niente da preoccuparsi», ha cercato di tranquillizzare ieri la commissaria Ue alla Concorrenza, Margrethe Vestager, parlando del monitoraggio di Bruxelles sul piano di ristrutturazione di Mps. A Siena si è insediato un supervisore della Ue — il «monitoring trustee» — che deve verificare il rispetto degli impegni assunti da Mps e dall’Italia per l’ok ai 5,4 miliardi di aiuti di Stato. Vestager la definisce una cosa «normale» ma il ruolo del trustee non è notarile. Tra impegni di Mps da monitorare c’è il rispetto di un certo target di risultati finanziari ed economici dal 2018 al 2021. Per quest’anno la stima è di un margine netto di 1,2-1,6 miliardi (il range nella delibera Ue è solo indicativo), anche grazie a 200 milioni di minori costi. Se non verrà raggiunto, scatterà una sorta di «clausola di salvaguardia». Ovvero bisognerà agire di più sui costi. Il risparmio in più richiesto ogni anno potrà arrivare fino a 100 milioni, ha prescritto la Ue. Sul ceo Marco Morelli ( foto ) incombe così la scure dei tagli automatici se Mps non riuscirà a macinare ricavi autonomamente. Non a caso Morelli ha più volte posto l’accento sulla necessità di maggiore redditività. In caso contrario, i tagli automatici di costi potrebbero riguardare il personale. E il rischio — per ora teorico ma esistente, secondo fonti a conoscenza del dossier — è di dover ricorrere ai licenziamenti, strada finora mai percorsa a Siena.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Un passetto alla volta. Niente di clamoroso, ma abbastanza per arrivare all’11% tondo, dopo una se...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Non sempre il vino corrisponde al giudizio del venditore. Ma le cifre che giovedì Mediobanca — co...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Rush finale e già scontro sui nomi dei manager che dovranno guidare il Recovery plan e sui progetti...

Oggi sulla stampa