Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Montepaschi, i paletti di Bruxelles: lo Stato esca dopo la ristrutturazione

La commissaria Ue alla concorrenza Margarethe Vestager risponde indirettamente alla Lega e al Movimento 5 Stelle rispetto alla possibile statalizzazione di Mps e Alitalia. Su Montepaschi, in particolare, la funzionaria Ue ieri ha evidenzato che le misure di ricapitalizzazione preventiva adottate dal governo italiano che hanno avuto il via libera sono temporanee. «Posso dire solo ciò che è stato deciso: la ricapitalizzazione precauzionale di Montepaschi è temporanea perchè è una fase nella quale la banca si ristruttura e torna gestibile, poi si deve uscire quando le cose ritornano in acque tranquille».
In prospettiva, dunque, la banca «torna a camminare di nuovo sulle sue gambe», ha detto la Commissaria Ue alla concorrenza che ha approvato la ricapitalizzazione precauzionale da 5,4 miliardi. L’indicazione arriva a qualche giorno di distanza rispetto alle affermazioni di Claudio Borghi, responsabile economico del Carroccio, che annunciava possibili cambi nella governance, nonostante l’ipotesi non fosse inserita nel contratto.
Nel contratto di governo tra Lega e M5S, invece, appare l’ipotesi che la banca debba essere rivista in un’ottica di servizio. Alla luce di queste ipotesi, il titolo della banca ha perso oltre il 1o% del valore nei giorni scorsi. Equita Sim ha ridotto a 3,6 euro il prezzo obiettivo sul titolo proprio alla luce dell’incertezza politica.
Vestager è intervenuto anche sul tema Alitalia, su cui pende l’ipotesi di una nazionalizzazione. «Noi siamo neutrali sulla proprietà» della compagnia aerea, «può essere pubblica o privata, non spetta a noi decidere», ma «quello che a noi preoccupa è la concorrenza» e «se una società è concorrenziale in modo equo», ha detto la Commissaria alla concorrenza a chi le chiedeva delle intenzioni ventilate dalla Lega. «Noi vogliamo che un’azienda non solo sopravviva ma prosperi perché piace ai consumatori e non perché lo stato paga con i soldi dei contribuenti per tenerla in vita».

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

«La priorità oggi è la definizione di un piano concreto e coraggioso per fruire dei fondi dedicat...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Sempre più al centro degli interessi della politica, ora la Banca Popolare di Bari finisce uf...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il post-Covid come uno spartiacque. Le aspettative dei 340 investitori che hanno partecipato alla di...

Oggi sulla stampa