Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Mini-voluntary, accertamenti sprint

Chiusura sprint per le istanze di voluntary disclosure di importo meno rilevante. In considerazione dell’elevato numero di domande da liquidare entro la fine dell’anno (oltre 500 mila gli atti complessivi da emettere) l’Agenzia delle entrate accelera sulla lavorazione di quelle sotto al milione di euro: i controlli devono essere volti sostanzialmente a verificare che il professionista abbia fatto tutto bene, nel calcolo delle imposte e delle sanzioni. È quanto ribadisce un ulteriore memo operativo inviato da una delle principali direzioni regionali dell’Agenzia ai direttori provinciali, che fa seguito alle istruzioni fornite dalla direzione centrale lo scorso mese (si veda ItaliaOggi del 15 marzo 2016).
Per definire celermente le istanze a sei cifre i controlli devono essere incentrati sui requisiti di accesso e ammissibilità delle istanze, sull’esistenza di apporti e/o prelievi non dichiarati, sulla valutazione dei maggiori redditi da tassare con Irpef, sulla presenza di particolari disponibilità patrimoniali (opere d’arte o altri beni culturali) e sull’avvenuta opzione per la determinazione forfetaria dei rendimenti. Una volta superati questi passaggi preliminari, i funzionari potranno procedere direttamente alla redazione degli atti e delle motivazioni, senza indugiare in ulteriori approfondimenti.

Cristina Bartelli e Valerio Stroppa

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Un voluminoso dossier, quasi 100 pagine, per l’offerta sull’88% di Aspi. Il documento verrà ana...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La ripresa dell’economia americana è così vigorosa che resuscita una paura quasi dimenticata: l...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Ancora prima che l’offerta di Cdp e dei fondi per l’88% di Autostrade per l’Italia arrivi sul ...

Oggi sulla stampa