Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Milano su con i bancari

Anche ieri ha chiuso positiva la borsa di Milano, la migliore fra le borse europee, trascinata dalla verve dei titoli bancari. L’indice Ftse Mib ha segnato + 0,66% (a 23.157 punti), l’All Share + 0,50%. Spread a 156 punti base. Bene anche Londra che ha guadagnato lo 0,23%, a 7.748,51 punti. Francoforte, invece, ha perso lo 0,78% a 13.280,52 punti e Parigi ha ceduto lo 0,35%, a 5.504,68 punti.

Il tema del giorno è stato quello della riduzione delle sofferenze, con Bankitalia che ha confermato un lieve calo del totale a novembre (le sofferenze lorde sui prestiti bancari della banche italiane sono scese nei primi 11 mesi del 2017 del 13,8%. A gennaio 2017 viaggiavano a 201,5 mld a novembre a 173,6 mld; sempre nei primi 11 mesi, le sofferenze nette sono scese da 77,3 a 66,2 miliardi con un calo del 14,3%). Mentre Intesa secondo indiscrezioni starebbe trattando con un gruppo svedese per la cessione di npl e Quaestio ha investito in una tranche relativa alla maxi cartolarizzazione del Monte Paschi.

Intesa ha chiuso con un +4,58% mentre B.Mps è salita del 3,33%. Bene Unicredit (+3,16%), Ubi (+2,58%), Banco Bpm (+4,78%) e Bper (+3,98%) con Mediobanca +2,35%. Premiate anche Generali (+2,21%) e Unipol (+2,10%) e UnipolSai (+1,8%).

Poco mosso il resto del listino, con Fca in crescita dello 0,60%, Pirelli giù del 2,13%. In rialzo, Ferragamo (+1%), a 22,24 euro, nonostante Barclays abbia abbassato il prezzo obiettivo del titolo a 21 da 23 euro, confermando la raccomandazione equalweight. Gli analisti pensano che il fattore chiave per la società siano le vendite a parità di perimetro.

Sul resto del listino si segnala B.Cucinelli (-6,57% a 27 euro) penalizzata dal fatto che l’azionista di riferimento Fedone ha ceduto attraverso un accelerated bookbuilding il 6% del capitale a 26 euro per azione.

Le indiscrezioni di stampa in base alle quali la Cina sarebbe in procinto di rallentare la propria esposizione ai titoli di Stato americani hanno spinto al rialzo i rendimenti dei Treasury statunitensi. Proprio l’aumento dei rendimenti ha favorito il settore bancario mentre ha penalizzato quello delle utility: A2A -2,8%, Snam -2,12%, Enel -1,88%, Italgas -1,8% e Terna -1,42%.

Acquisti anche su Leonardo Spa (+0,83% a 10,9 euro). Ubs ha tagliato il Tp dell’azione da 16 a 13 euro, livello che resta comunque sopra gli attuali prezzi di borsa. La raccomandazione resta invece buy. Gli analisti hanno ridotto il Tp dopo aver rivisto il proprio modello di valutazione che ora è caratterizzato da un maggiore focus sulla cassa. In generale gli esperti mantengono una visione positiva su Leonardo spa in vista del nuovo piano industriale che sarà presentato alla fine di gennaio e che Ubs pensa sarà un catalizzatore per i prezzi di borsa del titolo.

Vendite su Hera (-3,04% a 3 euro) che ha chiuso la seduta in negativo nel giorno della pubblicazione del piano al 2021. Gli obiettivi del piano a detta di un analista sono stati leggermente superiori alle attese, anche se non ci sono state particolari sorprese, elemento che ha portato qualche operatore a prendere profitto sul titolo.

In calo anche Unieuro (-3,07% a 14,83 euro) in attesa dei risultati al 30 novembre 2017. Mediobanca Securities (neutral, Tp 15 euro) si aspetta che la società realizzi dei buoni conti.

Molto bene invece MutuiOnline (+7,75% a 15,02 euro) che da inizio anno sta performando bene e Gima TT (+5,63% a 18,2 euro) che ha beneficiato della promozione di Kepler Cheuvreux a buy.

Sul mercato dei cambi euro in rialzo, scambiato a 1,1992 contro il dollaro. In rialzo anche il petrolio con il Wti trattato a 63,27 dollari al barile e il Brent a 68,86.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Il caso Unicredit-Mps, che ha posto le premesse per il passo indietro dell’ad Jean Pierre Mustier ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Con il lockdown la richiesta di digitalizzazione dei servizi finanziari è aumentata e le banche han...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il Credito Valtellinese ufficializza il team di advisor che aiuterà la banca nel difendersi dall’...

Oggi sulla stampa