Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Milano giù, le Borse bruciano 287 miliardi

L’apertura di Berlino, che ha espresso disponibilità a riavviare i colloqui con Atene, dopo il referendum, non è riuscita ieri a rianimare i mercati, travolti dal naufragio dei negoziati sulla crisi greca. Le Borse europee ieri hanno fatto il tonfo, con Piazza Affari che ha segnato il risultato peggiore perdendo il 5,17% a 22.569 punti, mentre il rosso di Parigi si è fermato al 3,74%, quello di Francoforte al 3,56%. Cedimento limitato, pari all’1,97%, per Londra e flessione consistente, del 4,5%, per Madrid, mentre i ribassi hanno coinvolto anche le piazze asiatiche e Wall Street. Complessivamente le Borse europee ieri hanno bruciato 287 miliardi (80 miliardi solo Milano). Colpa dei ribassi registrati soprattutto dai titoli delle banche, le più esposte alla crisi greca. Anche se per l’Italia, ieri il presidente dell’Abi, Antonio Patuelli è tornato a rassicurare sull’esposizione «molto bassa», circa 1 miliardo, del nostro sistema del credito. 
Tensioni forti anche sul secondario dei titoli di Stato con i rendimenti in altalena, in un clima di alta volatilità. In particolare il differenziale tra i Btp decennali e i Bund tedeschi di uguale durata, schizzato in alto in apertura di contrattazioni e poi rapidamente disceso, ha chiuso di nuovo in rialzo a 159 punti base con i tassi dei Btp in salita a 2,38% e quelli dei Bund in calo a 0,79%. Indenni gli spread irlandesi, si sono allargati tutti gli altri differenziali con i titoli greci graziati dalla sospensione delle contrattazioni.
Se il premier Matteo Renzi ha affidato ad un tweet il suo pensiero sul referendum greco, il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan ha fatto altrettanto per precisare nuovamente che l’ esposizione diretta dell’Italia nei confronti della Grecia, «tra prestiti bilaterali e garanzie è pari a 35,9 miliardi».
Infine l’euro che, in controtendenza, ieri si è rafforzato a 1,119 sul dollaro.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Ai tempi delle grandi manifestazioni contro la stretta cinese, le file degli studenti di Hong Kong a...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

L’ingresso nel tempio della finanza tradizionale pompa benzina nel motore del Bitcoin. Lo sbarco s...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

L’Internet super-veloce e la fibra ottica sono un diritto fondamentale, costituzionale, che va ass...

Oggi sulla stampa