Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Microsoft rilancia sui browser

di Luca Figini

Meglio precisarlo subito: Internet Explorer 9 non è un aggiornamento delle attuali versioni del browser di Microsoft. È un progetto tutto nuovo, che parte da una profonda revisione del motore e delle funzioni e approda alla versione finale, dopo una fase di sviluppo durata più di un anno e costellata da numerose versioni preliminari. IE9 è un software nato su concetti e standard moderni, nel quale l'azienda di Redmond ha profuso due idee portanti: prestazioni e sicurezza. Un viatico per accompagnare Html5 alla piena maturazione come standard. Anzi di più, il modo con cui Microsoft vuole ribadire il suo ruolo di leader nei confronti di Mozilla e Google. E lo fa alzando l'asticella, perché solo così può recuperare il terreno perso nella cosiddetta "browser war". IE9 sembra essere il cavallo giusto su cui puntare. Ma solo per chi possiede un pc con Windows Vista e 7: il software non funziona con XP, dunque o si aggiorna sistema operativo o ci si deve indirizzare verso altri lidi. Anche per questo Microsoft si è trovata a fronteggiare una progressiva perdita di market share. Stando alla media dei dati di Net Application, Statcounter, W3counter e Wikimedia, IE ha una quota del 43,6%, seguito da Firefox con il 29%, Chrome al 13,9 per cento, Safari al 6% e Opera intorno al 3 per cento. Una situazione delicata, dato che il browser è la porta verso il Web, oltre a essere l'applicativo più usato sui pc. Di più, si sta trasformando in una piattaforma su cui coltivare servizi e web app. Per questo la "nona" punta a essere il riferimento nello sviluppo di nuovi standard Web proponendo novità sostanziali. A iniziare dall'accelerazione hardware attraverso la scheda grafica dei contenuti multimediali all'interno dei siti. Un vero portento sui computer moderni dotati di chip targati Amd e Nvidia, perché la gestione di elementi complessi, come per esempio video o elementi grafici elaborati, avviene in modo molto più veloce rispetto a quanto fatto finora dagli altri browser. Parola d'ordine prestazioni, e almeno su questo punto Microsoft oggi non ha più nulla da temere dai concorrenti. Internet Explorer 9 è anche sicuro. Come dimostra la Protezione da Monitoraggio per disattivare i moduli delle pagine che in qualche modo "curiosano" all'interno del pc o "studiano" le abitudini di navigazione. Dal menu dedicato si evita persino il caricamento di video, moduli, banner o qualsiasi cosa sia ritenuto sospetto dall'utente. In gergo questa tecnologia è chiamata "do not track" e sarà accolta come standard dal W3C, tanto che potrebbe essere adottata anche dagli altri browser. E poi la 9 ha la modalità InPrivate che non memorizza alcun dato della navigzione; quando si chiude l'apposita finestra non rimangono tracce nella cronologia. Mentre il gestore dei download si avvale degli SmartScreen che calibra la pericolosità dei file scaricati in base ai dati forniti dalla community di utenti. C'è spazio anche per l'estetica: IE9 introduce un layout semplificato, che cerca di massimizzare l'area disponibile sul display limitando al minimo sindacale il numero di icone presenti. Ogni sito può essere portato come icona nella barra di Windows 7 (o Vista) e i partner di Microsoft (ospitati sul sito www.labellezzadelweb.it) hanno anche ideato una serie di interazioni dal menu contestuale.

Come per esempio, il player per scegliere il canale da ascoltare o l'accesso diretto alle funzioni più utili. La barra degli indirizzi superiore è invece intelligente, perché mentre si digita intuisce se si tratta di un sito oppure di una stringa da cercare sul motore di ricerca. Tante novità, che saranno accolte da Windows Phone 7 con uno degli aggiornamenti futuri che porterà IE9 in versione mobile.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Torna l’incubo della crescita sotto zero, con l’Europa che teme di impiantarsi nuovamente nel qu...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il chief executive officer uscente di Ubs, il ticinese Sergio Ermotti, saluta la banca con cifre del...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Le quotazioni di Borsa di Mediobanca a ottobre si sono attestate a 6,88 euro di media con scambi gio...

Oggi sulla stampa