Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Meridiana, fumata nera scatta la mobilità per 1.634 lavoratori

Esplode la crisi Meridiana. La compagnia aerea dell’Aga Khan va avanti per la sua strada e mette in mobilità 1.634 dipendenti. A nulla è servito il confronto tra governo, azienda e sindacati, durato un mese: l’ultimo faccia a faccia presso il ministero del Lavoro, si è risolto in un nulla di fatto e il vettore ha accelerato sulla strada dei licenziamenti collettivi. I vertici dell’azienda sarda hanno respinto le proposte dei sindacati che tentavano di giungere ad una condivisione del documento presentato una settimana fa dal ministro Giuliano Poletti. Ma non tutto è perduto: come prevedono le norme sulla mobilità, da oggi e per 75 giorni, quindi per due mesi e mezzo, la trattativa proseguirà in azienda anche se il clima tra le parti, con i dipendenti mobilitati nelle strade della Capitale e negli scali sardi, rischia di surriscaldarsi. Da un lato le organizzazioni sindacali puntano ad avviare il confronto ad Olbia, dove opera Meridiana e dove può pesare il pressing dei lavoratori. L’azienda, invece, punta a restare a Roma. Nelle ultime ore erano giunte le proposte del ministero. Che prevedevano incentivi alla mobilità volontaria e al pensionamento per quei lavoratori che ne avessero i requisiti. Sul tavolo anche il possibile riassorbimento di un numero di lavoratori in Air Italy, l’altra compagnia “gemella” del gruppo Meridiana, e la ricollocazione di alcuni esuberi in aziende del settore. A questo i lavoratori hanno replicato ponendo tre condizioni: ammortizzatori sociali con accorpamento delle due compagnie del gruppo e un piano di investimenti. Richieste respinte da Meridiana che nelle ultime ore ha scelto di rilanciare dando il via libera alla mobilità. Dietro le quinte, però si sta cercando di ridurre il numero delle uscite: le indiscrezioni parlano di possibili esuberi per circa mille, mille e cento dipendenti, contro i 1.634 ufficializzati ieri. Alitalia, infine: ieri è partita la mobilità per 879 dipendenti di terra, 61 piloti e 54 assistenti di volo. Per un totale di 994 persone. ( lu. ci.)
Da 14 giorni lo stewart Alessandro Santochini e il pilota Andrea Mascia (da ieri in sciopero della fame) protestano sulla torre farodell’aeroporto di Olbia contro i tagli Meridiana.
Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Un voluminoso dossier, quasi 100 pagine, per l’offerta sull’88% di Aspi. Il documento verrà ana...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La ripresa dell’economia americana è così vigorosa che resuscita una paura quasi dimenticata: l...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Ancora prima che l’offerta di Cdp e dei fondi per l’88% di Autostrade per l’Italia arrivi sul ...

Oggi sulla stampa