Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Mediobanca verso l’assemblea, la scelta di Doris

«Voterò “naturalmente” per la lista del board uscente»: Ennio Doris, presidente di Mediolanum che è socio con il 3,28% di Mediobanca, non ha dubbi. La banca elegge il cda il 28 ottobre e in assemblea ci sono tre liste: quella del board che ricandida il presidente Renato Pagliaro e il ceo Alberto Nagel e le due di minoranza di Assogestioni e, a sorpresa, del fondo attivista Bluebell di Giuseppe Bivona. E c’è un socio nuovo, Leonardo Del Vecchio (Delfin): con il 10,16% può scompaginare gli equilibri. «Conosco Mediobanca dal 1996 per il collocamento di Mediolanum. La diversificazione che ha fatto la banca nel risparmio gestito, nel credito al consumo e poi nel retail di CheBanca! è stata una grande intuizione strategica, eseguita perfettamente. L’eredità di Enrico Cuccia è aver trasmesso la visione che la banca deve essere protagonista nel lungo termine. Cuccia la vedeva come se fosse il proprietario ed è una cultura aziendale trasmessa a Maranghi e da lì agli altri dopo: essere un’azienda di successo in un mondo che cambia». Il piano industriale deve «continuare nella strada intrapresa. Mediobanca è sempre più internazionale come banca d’affari ed è in Italia leader in assoluto: di recente ha seguito le operazioni più grandi: Borsa-Euronext, Nexi-Sia, Fca-Peugeot, Ubi-Intesa. Va sviluppato ancora il credito al consumo e deve restare in Generali. Non sono d’accordo con chi dice che deve vendere il 13% e darlo ai soci perché Generali è l’impresa italiana con più peso nel mercato assicurativo e finanziario, anche internazionale. Io credo nei campioni nazionali. E sono contento che imprenditori italiani come Caltagirone stiano comprando. Non so che intenzione abbia Del Vecchio. Le ultime dichiarazioni erano favorevoli al management. Da industriale del risparmio dico che questo management deve andare avanti perché ciò che ha fatto è garanzia per il futuro».

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Il progetto di fusione tra Fiat-Chrysler (Fca) e Peugeot-Citroën (Psa) si appresta a superare uno d...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Davanti alle piazze infiammate dal rancore e dalla paura, davanti al Paese che non ha capito la ragi...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Erogazioni in crescita l’anno prossimo per Compagnia di San Paolo, nonostante lo stop alla distrib...

Oggi sulla stampa