Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Mediazione, pratiche con rating

di Giorgio Costa

MILANO
Si chiamerà "mediarating" la scheda di valutazione del rating di sostenibilità della pretesa dell'ufficio che l'agenzia delle Entrate metterà a punto. Come dire che, a breve, sarà l'ufficio stesso a valutare il grado di probabilità di soccombenza (o di vittoria) in maniera tale da indirizzare i funzionari degli uffici medesimi sulla strada più conveniente. E, esplicitamente, affermare che le singole pretese dell'ufficio hanno diversi gradi, se non di fondatezza, almeno di sostenibilità.
La novità emerge dalla direttiva n. 29/2012 della direzione centrale Affari legali e contenzioso dell'agenzia delle Entrate datata 29 marzo con cui, alla vigilia dell'entrata in vigore della mediazione (in realtà operativa da ieri 2 aprile per i contribuenti), si forniscono istruzioni operative agli uffici che però sono importanti anche per i contribuenti. A partire dal fatto che l'amministrazione si riserva la possibilità di agire fino alla richiesta del risarcimento dei danni nei confronti del contribuente che neghi il proprio assenso alla conclusione positiva del procedimento mediazione con «condotte processuali palesemente infondate o prive di giustificazione».
Ma vediamo i principali punti di novità operativa previsti dalla direttiva delle Entrate, fermo restando il principio generale, espressamente esplicitato, in forza del quale per quanto non previsto in materia di mediazione e di conciliazione giudiziale «si ritiene che si possa fare riferimento, ove compatibile, anche alla prassi relativa all'accertamento con adesione.
Documentazione da presentare
In caso di mancata presentazione di atti non in possesso dell'Agenzia, si chiede alle Direzioni locali di segnalare al contribuente «all'istante» l'incompletezza della documentazione, invitandolo a integrare atti o documenti ritenuti rilevanti per l'esame dei motivi dell'istanza. Inoltre, se l'istanza fosse stata notificata a una Direzione non competente, quest'ultima deve attivarsi per trasmetterla «immediatamente» a quella competente ma la data formale di presentazione ai fini del procedimento resta quella di prima presentazione all'ufficio (anche se incompetente).
Sospensione della riscossione
Quando le eccezioni del contribuente appaiono fondate, l'amministrazione può concedere la sospensione della riscossione anche se, si legge nella direttiva, è meglio concludere «direttamente e rapidamente» la mediazione anziché emanare provvedimenti interlocutori di sospensione. In pratica deve succedere che «in presenza dei presupposti della sospensione , l'ufficio provvederà immediatamente all'esame dell'istanza», rendendo inutile l'avvio della sospensione.
Inammissibilità
Anche in caso di palese inammissibilità, l'istanza può comunque essere trattata come richiesta di autotutela. Inoltre, anche se la causa fosse di valore superiore a 2.582,28 euro, soglia oltre la quale serve l'intervento del difensore e mancasse la sua sottoscrizione, il contribuente può porvi rimedio anche dopo la presentazione. Così come l'impugnazione difforme dallo schema di "ricorso con istanza" suggerito dall'Agenzia (circolare 9/E/2012) non preclude il procedimento di mediazione e egli uffici devono fare presente al contribuente che l'impugnazione presentata è soggetta a mediazione.
Istanze con rimborso
Se l'istanza concerne domande di rimborso per il contribuente, l'accoglimento dell'istanza da parte dell'ufficio implica, come onere per l'ufficio, l'indicazione della data del rimborso «prudentemente prevista». Da parte sua il contribuente si impegna ad astenersi dall'esercitare, sul punto, azioni giudiziarie.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Un voluminoso dossier, quasi 100 pagine, per l’offerta sull’88% di Aspi. Il documento verrà ana...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La ripresa dell’economia americana è così vigorosa che resuscita una paura quasi dimenticata: l...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Ancora prima che l’offerta di Cdp e dei fondi per l’88% di Autostrade per l’Italia arrivi sul ...

Oggi sulla stampa