Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

E May ora non esclude un rinvio della Brexit

La piccola svolta della premier britannica è sottile. Per placare mezzo esecutivo che pretendeva l’esplicito veto al No Deal (cioè all’uscita di Londra dall’Ue senza accordo), Theresa May ha annunciato in Parlamento che: qualora il suo tormentato piano sulla Brexit non dovesse passare a inizio marzo, permetterà di votare proprio sul No Deal e, subito dopo, anche su “una breve estensione” della scadenza del 29 marzo. Ossia, un rinvio della Brexit. Siccome il piano May è ancora molto osteggiato dai brexiters ribelli del suo partito conservatore e siccome il No Deal (come del resto il piano di Corbyn) non ha possibilità di passare in Parlamento, ecco che il rinvio della Brexit da ieri è sempre più probabile. Non solo: questa mossa di May, insieme alla mezza svolta di lunedì di Jeremy Corbyn per un secondo referendum, potrebbe spaventare proprio i rivoltosi conservatori radicali come Boris Johnson e Jacob Rees-Mogg.
Parte di loro, a questo punto, potrebbe decidere di ingoiare “il cattivo accordo” della premier per non far deragliare la Brexit, come temono.
Quindi la premier britannica è ancora politicamente viva, con lo scatto aperturista di ieri ha oscurato Corbyn, imbavagliato il Parlamento che con alcuni emendamenti voleva strapparle il timone della Brexit e anche se ci fosse un rinvio lei sarà ancora in sella. Sempre ieri il governo ha pubblicato nuove stime catastrofiche in caso di No Deal: meno 6-9% di Pil nei prossimi 15 anni, costi degli alimenti alle stelle, economia dell’Irlanda del Nord menomata. I prossimi voti decisivi alla Camera saranno il 12, il 13 e il 14 marzo e decideranno la Brexit. E se ci sarà un rinvio, come è probabile, si ricomincerà da capo.

Antonello Guerrera

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Sarà un’altra estate con la gatta Mps da pelare. Secondo più interlocutori, l’Unicredit di And...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«La sentenza dice che non è possibile fare discriminazioni e che chi gestisce un sistema operativo...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Un nuovo “contratto di rioccupazione” con sgravi contributivi totali di sei mesi per i datori di...

Oggi sulla stampa