Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Mastercard, niente commissioni

Nel segno della tutela dei consumatori, la Corte di giustizia della Ue ha stabilito che le commissioni interbancarie multilaterali imposte da Mastercard sono contrarie al diritto dell’Unione e violano la libertà di concorrenza sancita dal Trattato di Lisbona.
Nella sentenza depositata ieri (causa C-382/12), gli eurogiudici hanno confermato il verdetto del Tribunale Ue che, con sentenza del 24 maggio 2012 (T-111/08), aveva respinto il ricorso di annullamento presentato dalla Mastercard contro la decisione della Commissione europea C-2007/6474.
Per Bruxelles il comportamento del circuito di pagamento che fissa commissioni interbancarie multilaterali impone una soglia di spese sugli esercenti, provocando una restrizione della concorrenza.
Una tesi confermata ieri dalla Corte Ue che ha respinto l’impugnazione della Mastercard che – osserva la Corte – deve essere considerata come un’associazione di imprese che ha regolato il mercato, costituendo una «forma istituzionalizzata di coordinamento del comportamento delle banche» (molte intervenute nel procedimento).
Il sistema messo in atto da Mastercard impone sugli esercenti dei costi relativi all’utilizzo delle carte di credito. Una restrizione della concorrenza tra le banche partecipanti che forniscono i servizi per l’accettazione delle carte di pagamento. È evidente, poi, che gli esercenti finiscono per far pagare i costi ai consumatori alzando i prezzi. Con effetti negativi anche sugli scambi tra Stati membri.
La Corte ha poi confermato il dispositivo del Tribunale nella parte in cui non ha ravvisato una necessità obiettiva delle indicate commissioni.
Per la Corte, il Tribunale – che ha la valutazione sovrana dei fatti – ha correttamente ritenuto fondata la posizione della Commissione secondo la quale il divieto di tariffazione ex post «era meno restrittivo per la concorrenza», non fissando un livello di prezzo minimo. Respinta, quindi, ogni forma di giustificazione delle commissioni interbancarie multilaterali. Questo perché il sistema Mastercard avrebbe potuto funzionare anche in assenza di queste commissioni.
Di conseguenza, esclusi errori di diritto da parte del Tribunale, la Corte di giustizia ha confermato la pronuncia e dato ragione alla Commissione europea.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Non ha tempi, non ha luoghi, non ha obbligo di reperibilità: è lo smart working di ultima generazi...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«Sono entusiasta di essere stato nominato ad di Unicredit, un’istituzione veramente paneuropea e ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Il primo annuncio è arrivato all’ora di pranzo, quando John Elkann ha rivelato che la Ferrari pre...

Oggi sulla stampa