Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Marketing in cerca del patent box

Patent box ancora in dubbio per i cosiddetti marketing intangibles. È la conseguenza del decreto del 30 luglio 2015, che stabilisce espressamente la possibilità di agevolare i marchi registrati o in corso di registrazione, ma senza prevedere disposizioni specifiche con riferimento ad altri beni immateriali di marketing, quali ad esempio lista clienti, relazioni commerciali e rete di vendita.
Per molte aziende questi beni immateriali rappresentano un vantaggio competitivo di grande importanza e i relativi investimenti sono estremamente significativi. Si pensi ad esempio agli investimenti in studi e ricerche che tante società operanti nel settore dei servizi finanziari o e-commerce effettuano per profilare i clienti con riferimento a preferenze e abitudini di acquisto, oppure alle indagini di mercato per la creazione di database a supporto del go to market. Altro caso molto frequente riguarda gli investimenti sostenuti per la predisposizione di manuali operativi e costituzione di reti di vendita capillari, come i franchising, che possano consentire un efficace ed uniforme approccio al cliente.
L’importanza dei beni immateriali di marketing è espressamente riconosciuta anche dal documento dell’Ocse relativo all’azione 8 del progetto Beps, che sarà inserito nella nuova versione delle Transfer Pricing Guidelines. L’Ocse definisce infatti marketing intangibles tutti i beni che possono essere di supporto nello sfruttamento commerciale di un determinato prodotto o che hanno un importante valore promozionale per i prodotti stessi e che possono comprendere appunto, oltre ai marchi, le liste clienti le relazioni commerciali e altri dati in relazione al mercato e ai clienti.
Ai fini dell’agevolazione da patent box i marketing intangibles diversi dai marchi dovrebbero essere inseriti all’interno della categoria del know-how vale a dire «informazioni aziendali (…), comprese quelle commerciali (…) proteggibili come informazioni segrete, giuridicamente tutelabili». Per essere giuridicamente tutelabili le informazioni, oltre a essere segrete, devono avere un valore economico ed essere sottoposte ad adeguate misure che ne garantiscano la segretezza.
Anche se potrebbe non essere sempre agevole sostenere la tutelabilità giuridica dei marketing intangibles, vi sono molti casi in cui i requisiti imposti dalla normativa potrebbero essere soddisfatti.
Riprendendo gli esempi sopra citati, una lista clienti profilata che, oltre ai nominativi dei clienti, contenga informazioni commerciali riservate che consentano di “personalizzare” le vendite sembrerebbe agevolabile. Stesso discorso per i database che raccolgono dati frutto di indagini di mercato riservate e per le procedure di vendita raccolte nei manuali operativi confidenziali.
Come richiesto dalla normativa per poter fruire dell’agevolazione dovrà essere soddisfatto anche il requisito del nexus ovvero si dovranno sostenere spese di ricerca e sviluppo come definite dall’articolo 8 del decreto Patent Box. È possibile che in vari casi queste spese ricadano all’interno della categoria descritta al punto V dello stesso articolo 8 ovvero siano comprese tra le «ricerche preventive, le ricerche di mercato e gli altri studi».
Il tema dovrà essere inoltre valutato alla luce della posizione che l’Italia deciderà di adottare con riferimento alle disposizioni Ocse in materia di regimi preferenziali (azione 5 del progetto Beps). Come noto, infatti, l’Ocse ritiene che i marchi e il know-how non possano essere oggetto di agevolazione nell’ambito di regimi di patent box e ha fissato come termine ultimo per poter optare per regimi “disallineati” il 30 giugno 2016.
Vista l’importanza dell’argomento per molte imprese è auspicabile che la circolare attesa a breve possa fornire chiarimenti al riguardo, anche in considerazione del fatto che eventuali possibili allineamenti con le disposizioni Ocse sui regimi preferenziali richiederebbero alle aziende decisioni in tempi molto rapidi.

Giacomo Albano
Massimo Bellini

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Nell’anno della pandemia la Consob aumenta la vigilanza anche sul web e adotta nuove tecnologie a...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Doveva essere la prova generale per i contratti del Pnrr. Falsa partenza, invece, per il Concorso S...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

È l’eterno ritorno dell’uguale. Il giorno della marmotta applicato al lavoro. Ricominciano a c...

Oggi sulla stampa