Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Marchi, la ricerca è semplificata

Niente più dubbi sull'esistenza di un marchio registrato a livello mondiale. La Wipo, l'Organizzazione mondiale per la proprietà intellettuale, ha lanciato un nuovo strumento on-line che consentirà l'accesso diretto e gratuito a un database mondiale contenente oltre 640 mila marchi, denominazioni di origine, stemmi, bandiere e altri emblemi di stato o nomi, abbreviazioni e simboli di organizzazioni intergovernative protetti a livello internazionale. «Si tratta di un sistema centralizzato che agevolerà la ricerca tra centinaia di migliaia di documenti contenenti dati relativi ai marchi di fabbrica», ha spiegato Francis Gurry, direttore generale della Wipo, secondo cui il nuovo meccanismo di ricerca costituisce un passo ulteriore lungo il percorso compiuto dall'Organizzazione per ridurre le disparità di accesso ai dati attraverso una migliore consultazione delle informazioni relative alla proprietà intellettuale.

Il database globale sui marchi si basa sulle risorse di ricerca in materia di proprietà intellettuale e fornisce un unico punto di accesso a fonti multiple su scala globale. L'elemento di novità rispetto al passato, secondo la Wipo, oltre alla facilità di utilizzo, è rappresentato dall'aggiunta di una funzione avanzata di ricerca per l'analogico e fonetica. Novità in arrivo anche dall'Ufficio europeo dei marchi e brevetti (Uami). A partire dal 7 di marzo scorso, infatti, gli utenti hanno la possibilità di usufruire di un nuovo servizio on-line per presentare un atto di opposizione. In base al feedback ricevuto, il nuovo «Opposition Online filing» (presentazione di un'opposizione on-line) è stato concepito per essere più rapido e più semplice, offrendo una serie di funzioni in linea con gli strumenti di deposito elettronico delle domande di marchio comunitario («CTM E-Filing») e di disegno o modello comunitario («RCD E Filing») già in uso. Il nuovo servizio offre una veste grafica semplice su un'unica pagina che garantisce una chiara panoramica d'insieme; alcune innovazioni e tasti di azione automatica che facilitano al titolare o al rappresentante l'inserimento o l'importazione di informazioni specifiche dalle banche dati; controlli automatici di errori per agevolare l'ammissibilità delle domande; e infine l'invio accelerato dell'atto di opposizione e creazione automatica delle ricevute. Per accedere al nuovo servizio è sufficiente collegarsi alla sezione «moduli» del portale internet dell'Uami (http://oami.europa.eu).
Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

La segnalazione di Bankitalia su un’ipotesi di falso in bilancio rende legittimo il sequestro del ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Illimity Bank e un’affiliata di Cerberus capital management hanno perfezionato un’operazione di ...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

È ancora presto per dire che quello della raccolta di denaro fresco per le banche italiane non rapp...

Oggi sulla stampa