Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Lufthansa batte Ryanair in Ue

Lufthansa, in corsa per l’acquisizione di Alitalia, batte Ryanair e si conferma di nuovo numero uno in Europa per passeggeri trasportati nel 2017, a quota 130 milioni e oltre. Ryanair è seconda con 129 milioni di passeggeri, segnando comunque un nuovo record, nonostante il caos provocato dalle cancellazioni dei voli e dagli scioperi del personale.

Al riguardo, i sindacati della compagnia irlandese hanno proclamato uno sciopero di tutto il personale Ryanair di base sul territorio italiano per l’intera giornata di sabato 10 febbraio. A protestare sono i sindacati di categoria, Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti «per il mancato avvio di un confronto serio sui temi del contratto collettivo di lavoro e delle tutele sociali di tutto il personale». secondo i sindacati di categoria le proposte messe in campo da Ryanair sono insufficienti. Ed, inoltre, sostengono sia inammissibile, a loro dire, che Ryanair scelga i propri interlocutori non tenendo conto dei principi della rappresentatività.

Dopo il testa a testa con Ryanair, la compagnia tedesca Lufthansa l’ha spuntata.

Anche il fattore di carico di Lufthansa dell’80,9%, calcolato in base agli 1,1 milioni di voli effettuati nel corso dell’anno appena passato, rappresenta un primato per il gruppo tedesco.

A dicembre, Lufthansa ha messo a segno un aumento del traffico del 19,9%, anno su anno, con 9,3 milioni di passeggeri, mentre il load factor mensile è arrivato a 78,9%, 1,1 punti percentuali in più rispetto all’anno precedente.

Dicembre ha, inoltre, visto un aumento, rispetto allo stesso mese del 2016, della capacità di riempimento e delle vendite, rispettivamente del 14,2% del 15,9%.

In relazione al traffico merci, a dicembre la capacità è aumentata del 6,6% anno su anno, mentre i ricavi hanno messo a segno un incremento del 5,8%. Il load factor è, invece, diminuito di 0,5 punti percentuali rispetto a dicembre 2016.

Nell’intero anno, la capacità cargo è aumentata del 3,3% rispetto al 2016, in parallelo a un incremento delle vendite del 7,4% e del fattore di carico di 2,7 punti percentuali.

Ieri, Lufthansa ha ricevuto l’upgrade sul titolo da parte di Credit Suisse (che l’ha alzato da neutral a outperform), mentre Hsbc che ha portato il prezzo obiettivo da 32 a 35 euro. Per Credit Suisse, Lufthansa ha buone possibilità di determinare un rialzo dei prezzi nella maggior parte dei mercati, prevedono gli analisti di Credit Suisse, che hanno aumentato il rating sul titolo da neutral a outperform.

La riduzione della capacità dei voli transatlantici, intorno all’8-12%, darà infatti alla compagnia aerea tedesca un notevole potere sui prezzi di quest’anno, ha sottolineato la banca. Ulteriori fattori che determinano un outlook positivo sono la recessione dei competitor mediorientali e di Turkish Airlines e la bancarotta di Air Berlin, che rappresenta una buona opportunità di espansione per Lufthansa.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Cdp ha appena celebrato il più grande matrimonio del 2020, quello che ha portato alle nozze Sia (4,...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Era nell’aria, adesso c’è la conferma ufficiale: l’Opa del Crédit Agricole Italia è «inatt...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Iccrea esce dal capitale di Satispay ma non abbandona il fintech. L'operazione, anzi, ha l'obiettivo...

Oggi sulla stampa