Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

L’Iva si aggiorna

Aggiornato il modello TR per la richiesta di rimborso o per l’utilizzo in compensazione del credito Iva trimestrale. Un provvedimento del direttore dell’agenzia delle entrate pubblicato ieri, 21 marzo 2016, ha approvato la nuova versione del modello, utilizzabile a partire dalle richieste relative al credito del primo trimestre 2016, da presentare entro il 2 maggio 2016 (la scadenza del 30 aprile cade di sabato).

L’aggiornamento si è reso necessario, essenzialmente, al fine di recepire le nuove percentuali di compensazione per i produttori agricoli in regime speciale, stabilite con il decreto ministeriale del 26 gennaio 2016 a decorrere dal 1° gennaio scorso, in attuazione della legge 208/2015. E’ stato implementato, inoltre, l’elenco delle categorie di contribuenti aventi diritto al rimborso prioritario, aggiungendovi i soggetti che esercitano l’attività di proiezione cinematografica. Un’altra innovazione si rinviene nel rigo TD9, riguardante l’ipotesi di richiesta di rimborso/compensazione dell’eccedenza detraibile risultante dalla liquidazione Iva di gruppo, ove è stato aggiunto il campo 2, nel quale occorre indicare l’importo del credito richiesto a rimborso dalla società controllante.

Si ricorda che la possibilità di chiedere il rimborso del credito trimestrale, oppure di utilizzare lo stesso credito, anche parzialmente, in compensazione orizzontale, è riservata ai creditori che presentano uno dei seguenti presupposti:

– aliquota media sulle operazioni attive, maggiorata del 10%, inferiore a quella mediamente pagata sugli acquisti e sulle importazioni;

– effettuazione di operazioni non imponibili (es. cessioni all’esportazione, servizi internazionali, cessioni intraUe) per oltre il 25% di tutte le operazioni effettuate;

– effettuazione di acquisti e importazioni di beni ammortizzabili per importo superiore a due terzi dell’ammontare complessivo di tutti gli acquisti e le importazioni di beni e servizi imponibili (in questo caso è rimborsabile/compensabile non l’intero credito del trimestre, ma soltanto l’importo riferibile agli acquisti ed alle importazioni di beni ammortizzabili)

– status di soggetto non residente, operante in Italia mediante identificazione diretta o rappresentante fiscale.

– effettuazione, nei confronti di soggetti passivi non stabiliti in Italia, per un importo superiore al 50% dell’ammontare di tutte le operazioni effettuate, di prestazioni di servizi di lavorazioni relative a beni mobili materiali, di trasporti di beni e relative prestazioni di intermediazione, di prestazioni di servizi accessorie ai trasporti di beni e relative prestazioni di intermediazione, di prestazioni di servizi di cui all’art. 19, comma 3, lettera a-bis, dpr 633/72.

Franco Ricca

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Cinque nomi nuovi, a partire da Andrea Orcel, cinque conferme (più Pier Carlo Padoan, cooptato da p...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Francesco Gaetano Caltagirone segue le orme di Leonardo Del Vecchio e, dopo anni passati ad arrotond...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Zero profitto, zero dividendo: così la Bundesbank ha chiuso il bilancio 2020, un bilancio pandemico...

Oggi sulla stampa