Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

“L’Iva non salirà” Ma i commercianti fischiano Renzi per gli 80 euro

Fischiatemi pure se avete il coraggio.
Ho fatto l’arbitro di calcio in Garfagnana.
Se credete che mi possa spaventare…
Presidente del consiglio”
Dopo i fischi la pace dei selfie
La giornata di Matteo Renzi all’assemblea di Confcommercio. Il premier, in alto, viene contestato quando fa riferimento al bonus di 80 euro. Ma alla fine la platea lo applaude e lui si concede ai selfie dei partecipanti

È iniziata con i fischi è finita con un selfie. Renzi e i commercianti: ieri il premier è arrivato – a sorpresa, la partecipazione era stata confermata solo la sera prima – all’assemblea generale di Confcommercio, ha parlato di tasse e di crescita (e già la platea qua e là rumoreggiava), ma quando ha toccato l’argomento bonus, elencandolo fra le cose fatte, ecco che da un gruppetto arrivato da Padova sono arrivati i fischi. A lavoratori autonomi e pensionati quegli 80 euro non sono arrivati.
Ecco allora i botta e risposta dal palco alla platea: «Gli ottanta euro, capisco che a voi non piacciano, ma sono una misura per chi non arriva a prendere 1.500 euro e non arrivava a fine mese. E su questo non mi farete cambiare idea», ha risposto Renzi.
Dalla sala, intanto, si chiedeva il taglio degli stipendi dei politici: «Sono d’accordo», ha risposto il premier raccontando di percepire 5.000 euro netti al mese. «Fischiatemi pure se avete il coraggio. Ma la politica deve essere con la P maiuscola. Chi vi dice che i politici sono tutti uguali fa il vostro male, non il vostro bene». «Ho fatto l’arbitro in Garfagnana – ha aggiunto – se credete che mi spaventi qualche fischio…».
Clima completamente diverso in sala quando Renzi ha assicurato alla platea che non alzerà l’aliquota Iva: «Prendo l’impegno, per voi irrinunciabile per la crescita nel 2017, di non aumentarla», ha detto precisando fra gli applausi che l’ultimo rialzo, nel 2013, non è stato praticato dal suo governo. Applausi anche quando il premier ha confermato di voler continuare nella riduzione delle tasse; mentre guadagnava l’uscita la tensione era stemperata. Ad aspettarlo fuori c’erano proprio quei commercianti di Padova che erano stati i protagonisti della rimostranza, scesi ora per fare con lui un selfie di rito e per consegnargli la maglietta con sopra scritto: «Più coraggio, meno tasse». «Contestazioni, ma anche abbracci», scriverà poi sul suo profilo Facebook il premier raccontando la giornata. Ma la sua visita alla associazione che quest’anno compie 70 anni aveva di fatto già lasciato il segno sulla campagna elettorale in corso per i ballottaggi. «Ormai non gli crede nessuno: dimissioni», ha scritto Beppe Grillo sul suo blog. «A Renzi oggi i fischi, domani le monetine», ha twittato per i 5Stelle il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio. «Il Paese reale si sta ribellando alle balle del premier», altro tweet di Renato Brunetta di Forza Italia.
Confcommercio, in realtà, partendo dalla constatazione che «senza una solida ripresa dei consumi interni non può esserci sviluppo », chiede un intervento sulle tasse. I commercianti non ci stanno ad essere considerati una categoria di evasori e fanno una proposta sull’Irpef: poche aliquote e l’introduzione di una «no tax area» uguale per tutti i lavoratori, dipendenti o autonomi. In serata il ministro dell’Economia, Padoan, intervenendo a Repubblica delle Idee, ha affermato che «dati gli spazi di bilancio, ci sono delle priorità e una di queste è tagliare le imposte anche con forme di detassazione che possano permettere la crescita della produttività»

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

«C’è da sfamare il mondo, cercando allo stesso tempo di non distruggerlo». A margine dell’Op...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Bollette, il governo conferma l’intervento straordinario da 3 miliardi per limitare l’aumento r...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Non arriva come un fulmine a ciel sereno: da mesi in Parlamento si parla di entrare in aula con il ...

Oggi sulla stampa