Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

L’Italia torna a crescere boom di posti fissi in calo deficit e tasse

ROMA. Esultano Renzi, Padoan e Poletti. La fotografia che l’Istat consegna al governo del 2015 è positiva. Il Pil è cresciuto dello 0,8 (invece dello 0,7 delle prime stime) e segna il ritorno del segno «più» dopo tre anni di recessione. Il deficit scende al 2,6 per cento del Pil, il debito al 132,6 per cento, cala pressione fiscale. L’occupazione cresce di 299 mila unità (l’1,3 per cento su base annua) e il saldo di gennaio 2016 segna +70 mila. «Con questo governo le tasse vanno giù, gli occupati vanno su, le chiacchiere dei gufi stanno a zero», ha commentato il premier Matteo Renzi che ha aggiunto: «Le tasse andranno giù anche nel 2017». Il ministro dell’Economia Padoan ha osservato che il governo «mantiene gli impegni» sul deficit e sul debito (“stabilizzato”) e ciò avviene «in un quadro di crescita». Di «grande risultato» parla il ministro del Lavoro Giuliano Poletti.
Giungono anche i dati della lotta all’evasione, resi noti dalla direttrice dell’Agenzia delle entrate, Rossella Orlandi: il recupero nel 2015 è stato di 14,9 miliardi, un nuovo record dopo i 14,2 miliardi del 2014 ottenuto a colpi di banche dati e con l’operazione «730» precompilato. La guardia resta alta: «Chi non risponderà al fisco conoscerà il lato oscuro dell’accertamento», ha ammonito la Orlandi. Un riferimento alle lettere d’avviso, inviate nei mesi scorsi, nelle quali si chiede di regolarizzare la propria posizione fiscale: più di un contribuente su due tra coloro che hanno ricevuto queste missive (156 mila su 350mila) ha scelto di correggere da solo la propria posizione.
«La riduzione dell’evasione e il taglio delle tasse sono due facce della stessa medaglia», ha commentato il ministro Padoan. Caleranno le tasse? Il ministro dell’Economia non lo esclude ma condiziona la riduzione che va «collocata in un quadro di compatibilità» e andranno anche valutati «gli effetti dei tagli già fatti».

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

ROMA — Un’esigenza comune percorre l’Europa investita dalla seconda ondata del Covid-19. Mai c...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

ROMA — L’Italia è pronta ad alzare le difese, e si allinea con l’Unione europea, nei confront...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

MILANO — Nel giorno in cui il consiglio di Atlantia ha deliberato il percorso per uscire da Aspi, ...

Oggi sulla stampa