Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

L’Irlanda vuole i soldi da Apple

L’Irlanda ha cambiato idea sui 13 miliardi di euro che Apple deve al Paese per le imposte non versate dopo la richiesta della Commissione europea. Leo Varadkar, primo ministro irlandese, ha dichiarato di voler iniziare a riscuotere la somma nelle prossime settimane.

Il primo ministro, infatti, ha riferito che i funzionari stanno lavorando alla creazione di un fondo di garanzia dove l’azienda potrà depositare le somme una volta calcolato l’importo finale. «Il governo non vuole essere nella posizione di intraprendere azioni legali contro Apple». Il primo ministro tuttavia non ha indicato quali potrebbero essere le basi per un’ipotetica azione giudiziaria, qualora il governo prevedesse la necessità di muovere causa nei confronti dell’azienda.

Bruxelles intanto ha già deferito l’Irlanda alla Corte di giustizia europea per non aver più raccolto le imposte dopo più di un anno che il gigante della tecnologia è stato condannato a pagare. La decisione della Commissione risale al 30 agosto 2016, con una deadline fissata per 3 gennaio 2017. Il mese scorso, infatti, Margrethe Vestager, commissario europeo alla concorrenza, ha annunciato che la commissione avrebbe intrapreso un’azione giudiziaria contro l’Irlanda per mancata riscossione delle imposte. «Comprensibile è che la restituzione degli importi dovuti sia più complessa in alcuni casi rispetto ad altri, ed in questi termini la Commissione è sempre pronta ad assistere e collaborare con gli stati membri. Tuttavia, compito dei paesi è quello di dare vita a sufficienti sviluppi al fine di ripristinare la concorrenza tra imprese» riferiva il commissario. Sembra questa, quindi, la strada intrapresa dal primo ministro irlandese. «Il governo auspica che i fondi dovuti vengano versati nel conto di deposito di garanzia senza ulteriori ritardi. Penso che il messaggio sia compreso e sarebbe necessario vedere nuovi progressi nelle prossime settimane.»

I commenti arrivano poche settimane dopo che l’amministratore delegato di Apple, Tim Cook, ha dato il via definitivo alla costruzione di un centro da 850 milioni di euro ad Athenry, nella contea di Galway.

Matteo Rizzi

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Si rafforza il quarto decreto anti-Covid per far fronte all’emergenza economica e per indennizzare...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Un discorso autonomo, sugli incentivi, va dedicato ai datori di lavoro dei servizi finanziari e assi...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Con il sì definitivo al decreto legislativo correttivo del Codice della crisi cambiano anche le reg...

Oggi sulla stampa