Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Per l’Ilva i problemi non finiscono mai

Quando la strada sembra in discesa si ripresenta sempre un imprevisto in grado di deviare il corso della storia. È il destino dell’Ilva di Taranto che vive ormai sulle montagne russe da quel luglio del 2012, quando la procura di Taranto sequestrò l’area a caldo dello stabilimento siderurgico. Anche la calma tornata dopo la cessione a ArcelorMittal nel 2017 era solo apparente, visto che alla fine dell’anno scorso il gruppo franco-indiano aveva annunciato il suo addio per colpa del pasticcio dello scudo penale. Ora dopo una battaglia giudiziaria durata mesi, l’accordo fra lo Stato e la multinazionale sembra aprire una nuova era con la famiglia Mittal affiancata dallo Stato per la transizione green dello stabilimento. Tutto risolto?
Niente affatto visto che spunta un’ordinanza del sindaco di Taranto Rinaldo Melucci con la quale si intima a Mittal e Ilva di individuare gli impianti interessati da fenomeni emissivi “eliminando gli elementi di criticità entro 30 giorni” pena la sospensione/fermata delle attività di altiforni, cokerie e acciaierie. Un colpo al cuore del siderurgico, seppur abituato ormai da tempo agli imprevisti.
Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

La crisi generata dal coronavirus colpisce frontalmente l’economia reale ma rischia di riflettersi...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

ROMA — Lavoratori pagati dalle banche anziché dall’Inps. È la soluzione che il governo sta pr...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

BERLINO — La Bce ha deciso un altro passo importante. Per il bazooka appena sfoderato da 750 mili...

Oggi sulla stampa