Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Liberalizzazioni, c’è chi dice no

di Benedetta Pacelli 

Il Professional day scalda i motori: 27 fra ordini e collegi in 106 province si stanno attivando per arrivare a coinvolgere circa 700 mila professionisti. La manifestazione che si terrà a Roma all'Auditorium di santa Cecilia, il prossimo 1° marzo, è quindi partita e sta raccogliendo consensi con l'adesione già registrata delle grandi città. A metterla in moto il Cup, il Comitato unitario delle professioni, con la collaborazione del Pat, i professionisti di area tecnica e dell'Adepp, l'Associazione degli enti di previdenza privati, senza escludere la partecipazione di tutte le rappresentanze sindacali e dei giovani professionisti esistenti. Due gli obiettivi: riunire a Roma e in tutte le sedi collegate via web il più alto numeri di professionisti e presentarsi così compatti di fronte ai rappresentanti della politica e delle istituzioni per dire agli italiani che i professionisti rendono un servizio al Paese e che le riforme per far ripartire l'economia sono altre. Oltre alla sede capitolina saranno collegate centinaia di sedi territoriali e provinciali di tutti gli ordini e collegi. Parte attiva in questo senso la faranno, quindi, tutti i Cup di ogni area e categoria già in moto per radunare in ogni sede il più alto numero di colleghi di tutti i comparti, mettendo a disposizione sale convegni o palazzetti sportivi. La manifestazione prende lo spunto dagli ultimi provvedimenti, ben 5 manovre negli ultimi sei mesi, che si sono succeduti senza soluzione di continuità e che sono andati a colpire in maniera indiscriminata e ingiustificata tutto il mondo delle professioni. Ecco perché, l'obiettivo del professional day è soprattutto quello di far capire ai principali interlocutori, cioè i cittadini, il ruolo fondamentale svolto nel servizio al paese, convinti che la strada da seguire sia un confronto aperto e rispettoso delle singole competenze. La giornata di marzo vuole soprattutto chiudersi con la presentazione di proposte condivise. ItaliaOggi seguirà da vicino l'iniziativa e proprio il primo marzo distribuirà gratuitamente il libro Professionisti, privilegiati, parassiti scritto da Rosario De Luca.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Sono sessantasei i fascicoli di polizze infortuni in favore dei dirigenti di cui si sono perse le tr...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«Questo shock senza precedenti potrebbe causare qualche vittima tra le banche». Un Ignazio Visco i...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

«Non sarà possibile avere il Recovery Fund in funzione dal primo gennaio 2021 e anche il Bilancio ...

Oggi sulla stampa