Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Leasing, dati all’Anagrafe fiscale

di Fabrizio G. Poggiani 

Comunicazione obbligatoria dei dati contenuti nei contratti di leasing, locazione e noleggio all'Anagrafe tributaria estesa a tutti gli operatori commerciali, con obbligo allargato alle società di capitali che esercitano attività di noleggio e/o locazione per i contratti in essere nel biennio 2009/2010.

E i soggetti obbligati alla comunicazione dei contratti di leasing all'Anagrafe tributaria sono esonerati da quella delle operazioni rilevanti ai fini Iva (cd. «spesometro»).

Queste alcune delle indicazioni fornite ieri dall'Agenzia delle entrate, con riferimento all'obbligo introdotto di comunicazione dei dati relativi ai contratti di leasing a cura di numerosi operatori, non ultimi quelli commerciali, destinati a implementare le banche dati utilizzate per l'accertamento sintetico (c.d. «redditometro»).

Le risposte in commento sono state fornite direttamente dalla direzione centrale accertamento dell'Agenzia delle entrate, in seguito alla richiesta di delucidazioni formulata con la presentazione di precisi quesiti (foglio n. 282/11 del 16/09/2011) a cura di alcune associazioni di categoria, dopo l'emanazione del provvedimento del direttore della stessa agenzia, dello scorso 5 agosto. Preliminarmente, si chiarisce che rientrano tra i soggetti obbligati tutti gli intermediari finanziari iscritti nell'elenco generale, di cui all'art. 16, dlgs. n. 385/1993 (Tub), compresi tutti i soggetti che esercitano attività di leasing (operativo e/o finanziario), con estensione a tutti gli operatori commerciali operanti nel comparto della locazione e del noleggio.

Per quanto concerne l'ambito oggettivo, la comunicazione deve essere presentata per tutti i contratti di locazione aventi per oggetto la concessione in godimento di autovetture, autocaravan, unità da diporto e commerciali, aeromobili, immobili, beni mobiliari e altro, stipulati nei confronti di tutti i tipi di contribuenti, siano essi persone fisiche che persone giuridiche.

L'adempimento connesso alla comunicazione in commento comporta l'esonero dalla comunicazione di cui all'art. 21, del decreto legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010 n. 122 (c.d. «spesometro»), con la conseguenza che i soggetti obbligati alla comunicazione dei dati dei leasing, non sono chiamati a duplicare l'invio dei medesimi dati. Per quanto concerne i termini, i chiarimenti hanno fissato il calendario indicando nel 30 giugno di ogni anno il termine per l'invio dei contratti stipulati nell'anno precedente, mentre le società di leasing, destinatarie o meno dei questionari, di cui all'art. 32, dpr n. 600/1973 e le società di capitali che operano nel comparto della locazione del noleggio dei beni oggetto di comunicazione, dovranno procedere anche alla comunicazione complessiva dei dati dei contratti stipulati nel 2099 e nel 2010, entro il prossimo 31 dicembre. Con riferimento al periodo transitorio, è stato disposto l'obbligo di comunicare anche i dati dei contratti in essere nelle annualità 2009 e 2010 (si ricorda, non a caso, che il nuovo redditometro è applicabile proprio a partire dal periodo d'imposta 2009) con la conseguenza che almeno i dati aggregati dei precedenti anni dovranno essere comunicati da tutte le società di leasing e da tutte le società di capitali, non iscritte nell'elenco generale o nelle sezioni del testo unico bancario, limitatamente ai contratti di locazione e noleggio del medesimo biennio (2009 e 2010).

Infine, al fine di rendere corretta e completa l'informazione, sono state chieste delucidazioni in merito all'indicazione delle «garanzie personali» e delle garanzie «atipiche»; sul punto, l'agenzia ha chiarito che per garanzia personale si deve intendere la fideiussione e che le garanzie «improprie», come il patto di riacquisto, la lettera di patronage e l'impegno al subentro, devono essere indicate in una specifica voce denominata «garanzia atipica».

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Un voluminoso dossier, quasi 100 pagine, per l’offerta sull’88% di Aspi. Il documento verrà ana...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

La ripresa dell’economia americana è così vigorosa che resuscita una paura quasi dimenticata: l...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Ancora prima che l’offerta di Cdp e dei fondi per l’88% di Autostrade per l’Italia arrivi sul ...

Oggi sulla stampa