Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Le verifiche fiscali privilegiano il digitale

Ripartono i questionari e le lettere fiscali, stop agli accessi esterni e via alla notifica degli atti indifferibili e urgenti, il cui requisito dovrà essere evidenziato nell’atto stesso. Attività di verifica per quanto possibile da condurre a distanza attraverso trasmissione degli atti in digitale.

Accertamenti fiscali solo se redditizi. Ripartono i questionari e le lettere fiscali, stop agli accessi esterni e via alla notifica degli atti indifferibili e urgenti, il cui requisito dovrà essere evidenziato nell’atto stesso. Attività di verifica per quanto possibile da condurre a distanza attraverso trasmissione degli atti in digitale o con sola consegna agli uffici.

Sono queste alcune indicazioni che arrivano da diverse direzioni provinciali dell’Agenzia delle entrate ai propri dipendenti, in attesa che il direttore dell’Agenzia delle entrate, Ernesto M. Ruffini, emani il provvedimento con le specifiche normative sulla nozione di atto emesso dopo la ripartenza, secondo il calendario fissato nei mesi precedenti dai decreti Cura Italia (dl8/20), Liquidità (dl 23/20) e Rilancio (dl 34/20).

Le note ricordano che l’art. 157 del decreto legge 19 maggio 2020, n. 34 (decreto Rilancio) ha stabilito che gli atti di accertamento, di contestazione, di irrogazione sanzioni, di recupero dei crediti di imposta di liquidazione e di rettifica e liquidazione per i quali i termini di decadenza scadono tra l’8 marzo e il 31 maggio 2020, sono emessi entro il 31 dicembre 2020 e sono notificati nel periodo compreso tra 1° gennaio e 31 dicembre 2021, salvo i casi, tra gli altri, di indifferibilità e urgenza.

Nei documenti si dà un elenco non tassativo, ma esemplificativo di quegli atti da considerare indifferibili e urgenti. Si tratta di: contestazioni di frodi fiscali, indebite compensazioni di crediti d’imposta inesistenti conseguenti a condotte fraudolente, recuperi di imposta a carico di contribuenti assoggettati a procedure concorsuali, atti contenenti rilievi di natura penale tributaria oppure quelli conseguenti l’applicazione dei provvedimenti cautelari previsti dall’articolo 22 del dlgs 472/1997 anche relativi ad annualita non in decadenza.

Un occhio è dato anche ai piani di budget 2020 che, dopo l’emergenza Covid-19, andranno rimodulati. In particolare, in una nota rivolta agli uffici del centro Italia è evidenziato che «emerge la presenza di un certo numero di posizioni, relative in particolare ad imprese di piccole dimensioni, derivanti da percorsi selettivi basati su scostamenti dei dati contabili rispetto ad analisi di settore (es. bassa redditivita, non congruita alle risultanze degli studi di settore, ecc.) o comunque su generici indizi di evasione, senza l’individuazione di specifiche ipotesi di violazioni fiscali. Considerati i residui tempi a disposizione», prosegue il documento «e, piu in generale, la necessita, sempre ribadita dalle circolari di programma, di indirizzare le attivita di controllo verso le forme piu insidiose di evasione, e, soprattutto, di privilegiare i controlli degli anni d’imposta piu recenti, onde favorire ricostruzioni della capacita contributiva piu aderenti alle realta riscontrate durante l’attivita istruttoria, appare opportuno che le situazioni descritte vengano attentamente vagliate» dalle direzioni provinciali. In particolare, il documento invita i direttori provinciali, in qualita di responsabili del processo di selezione dei soggetti, ad effettuare, con riferimento alle situazioni viste sopra, «valutazioni di sostenibilita della pretesa, proficuita comparata e solvibilita adeguate al contesto attuale, profondamente mutato a causa degli effetti economici indotti dall’emergenza Covid-19».

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Contro le previsioni, anche il fondo Bluebell avrebbe raggiunto la soglia minima del capitale Mediob...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Doppio cda, per rispondere al governo. Oggi si riunirà prima Aspi, poi Atlantia. Non è detto che l...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

llimity Bank ha finalizzato due nuove operazioni nel segmento 'senior financing' per un ammontare co...

Oggi sulla stampa