Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Le sofferenze delle Bcc che nessuno vuole

Oltre 2,5 miliardi di sofferenze lorde. A tanto ammonta il carico dei crediti deteriorati acquistati dai tre fondi di garanzia del credito cooperativo nei 16 interventi di sostegno alle Bcc in difficoltà realizzati tra il 2012 e il 2017. In termini netti, i fondi hanno pagato il 36% del lordo, circa 919 milioni. Ma svalutazione dopo svalutazione, il valore netto effettivo è sceso al 21% al giugno scorso cumulando una svalutazione complessiva di 370 milioni, pari al 40% sul prezzo pagato dai Fondi per l’acquisto. Oggi, i crediti malati sono ancora in pancia ai tre fondi, il Fondo di garanzia dei depositanti del Credito Cooperativo-Fgd (che ha circa 880 milioni), il Fondo di garanzia istituzionale (volontario, un miliardo) e il Fondo Temporaneo, che ha altri 642 milioni di sofferenze circa. Ora che l’adesione delle Bcc ai gruppi nazionali di Ccb e Iccrea è realtà, resta da capire che fine faranno questi crediti e come verranno eventualmente spartiti, in particolare quelli del Fondo temporaneo. Nel frattempo, mentre all’orizzonte si profila l’Aqr per i gruppi nazionali e in attesa dell’adozione dell’Ips da parte delle banche alto-atesine, le sofferenze rimangono nel limbo e fuori dai bilanci dei gruppi bancari cooperativi.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Contro le previsioni, anche il fondo Bluebell avrebbe raggiunto la soglia minima del capitale Mediob...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Doppio cda, per rispondere al governo. Oggi si riunirà prima Aspi, poi Atlantia. Non è detto che l...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

llimity Bank ha finalizzato due nuove operazioni nel segmento 'senior financing' per un ammontare co...

Oggi sulla stampa