Siete qui: Oggi sulla stampa
Oggi sulla stampa

Le opportunità dell’open banking

L’Open Banking va considerata come un’occasione per generare nuovi flussi di ricavi.

È quanto emerge dal World Retail Banking Report 2017 di Capgemini ed Efma da cui si evince anche che le banche corrono il rischio di disintermediazione in assenza di un modello di business centrato sull’interazione con il cliente. Il report evidenzia come l’attento utilizzo di interfacce per programmi applicativi (Api), che facilitano il flusso delle informazioni e la collaborazione tra le parti, rappresenti la chiave dell’evoluzione verso l’Open Banking. L’analisi spiega infatti come queste interfacce siano cruciali per permettere alle banche di trarre vantaggio dalla creatività delle FinTech, senza dover apportare cambiamenti importanti alle infrastrutture esistenti. In questo senso, le Api aprono un cammino verso l’Open Banking, dove le FinTech e le istituzioni finanziarie collaborano invece di competere tra loro, per creare soluzioni basate sul cliente. La maggioranza delle FinTech (53,8%) e delle banche (43,5%) intervistate prevede, infatti, un futuro basato sulla cooperazione tra istituti di credito e FinTech per poter costruire piattaforme che includano più settori, con servizi complementari e collegati fra di loro, in grado di offrire benefici ai clienti. Il 47,8% delle FinTech e il 28,8% delle banche prevedono invece un secondo scenario in cui le banche continuino a offrire prodotti e servizi, lasciando la distribuzione alle FinTech, alle BigTech o ad altre nuove piattaforme aperte. Questo potrebbe portare a una riduzione dei costi di acquisizione dei clienti, ma crea, secondo lo studio, potenziali problemi in merito alla disintermediazione del brand e alla proprietà dei clienti. «Ogni giorno lavoriamo con banche-clienti che ci dicono che stanno cercando di comprendere meglio il ruolo che dovrebbero svolgere, vista la creazione di questi nuovi modelli di business. In molti hanno compreso che l’Open Banking è diventata la normalità, ma allo stesso tempo hanno ancora dubbi su come procedere», ha affermato Monia Ferrari, Head of Banking di Capgemini Italia. «Stiamo aiutando i nostri clienti a capire come le nuove opportunità di Open Banking stiano migliorando il loro portafoglio di prodotti e le reti di distribuzione, oltre a generare nuovi flussi di ricavi, minimizzando il rischio di disintermediazione del cliente».

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Oggi sulla stampa

Alla fine, dopo un consiglio sospeso e riaggiornato a ieri pomeriggio, l’offerta vincolante per l...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Scatta l’operazione-pulizia del Recovery Plan. Dal primo giro di orizzonte del gruppo di lavoro di...

Oggi sulla stampa

Oggi sulla stampa

Negli ultimi giorni, la stampa è entrata improvvisamente nel mirino di alcuni governi in Europa del...

Oggi sulla stampa